Aleteia
mercoledì 30 Settembre |
San Girolamo
Chiesa

8 santi imprenditori a cui rivolgersi di fronte alle preoccupazioni economiche

Meg Hunter-Kilmer | Wed Apr 15 2020

Molti sentono la pressione del COVID-19 anche nel portafogli. Questi uomini e donne santi possono essere d'aiuto

In quest’epoca di incertezza finanziaria, molti proprietari di piccole attività sono preoccupati per il fatto che la crisi provocata dal COVID-19 significherà la chiusura delle loro imprese. Fortunatamente ci sono dei santi che conoscono le difficoltà derivanti dal fatto di gestire delle attività, e ciascuno di loro sarebbe lieto di intercedere.

Sant’Abramo di Harran (350-422) era un monaco che divenne un uomo d’affari per la salvezza delle anime. Avendo sentito di un villaggio bisognoso di conversione, aprì una bancarella di frutta per poter incontrare la gente. Gli abitanti, però, apprezzavano i suoi prezzi più che la sua predicazione, che li fece così infuriare che Abramo iniziò a temere per la sua vita, finché pagò le loro tasse salvandoli dai debitori. In quel modo, la gente si convinse finalmente del fatto che Abramo voleva solo ciò che era meglio per il villaggio. Presto si convertirono tutti, e lo convinsero a rimanere con loro come sacerdote. Egli lo fece per tre anni, fino a quando venne chiamato a diventare vescovo di una città vicina.

Sant’Omobono (1111-1197) è il patrono degli uomini d’affari. Era un mercante di stoffe sposato che vedeva la sua attività come un modo per servire Dio attraverso giuste pratiche e generosità verso i poveri. Pur essendo un uomo d’affari di successo, la sua propensione all’elemosina fece temere alla moglie che sarebbero finiti in un ospizio per i poveri. Omobono, però, confidava nel fatto che Dio avrebbe provveduto, grazie sia alla sua filantropia che alla direzione che riceveva nella sua solida vita di preghiera. Né vescovo né mistico, la santità della sua vita ordinaria era così evidente che venne canonizzato appena due anni dopo la sua morte.

Santa Margherita d’Youville (1701-1771) crebbe in povertà, e la sua situazione non fece che peggiorare dopo che sposò un contrabbandiere alcolizzato con scarsi princìpi morali e ancor meno senso degli affari. Margherita sopportò otto anni di matrimonio, durante i quali ebbe sei figli e ne seppellì quattro. Quando il marito morì non le rimase altro che debiti, e quindi aprì un negozio pr cercare di uscire dalla povertà. Ebbe abbastanza successo da riuscire a dare ai poveri più di quello che teneva per sé, e dopo sette anni lasciò l’attività per servire a tempo pieno i poveri insieme a un gruppo di compagne, diventate in seguito le Suore della Carità di Montreal.

San Pietro Wu Guosheng (1768-1814) era il proprietario di una locanda. Dopo aver sentito i suoi ospiti parlare di Gesù divenne ansioso di condividere il Vangelo con chiunque. Iniziò ad attirare la gente che girava per strada, facendola entrare nel suo albergo per ascoltare il Vangelo. Dopo aver capito come incalanare la sua buona volontà (sia per essere più efficace che per evitare l’arresto), Wu stabilì il suo hotel come centro della comunità cristiana della sua regione e portò 600 persone a Gesù. Venne poi arrestato e ucciso, divenendo il primo martire cinese.

I santi Louis (1823-1894) e Zélie Martin (1831-1877) sono famosi soprattutto per il fatto di essere i genitori di Santa Teresa di Lisieux, ma sono appunto santi anche loro. Louis era un orologiaio, la cui scarsa conoscenza del latino gli impedì di studiare per diventare sacerdote, Zélie una merlettaia le cui delicate condizioni di salute non le permisero di entrare in convento. Si sposarono, e presto videro che l’attività di Zélie aveva talmente successo che Louis decise di vendere la sua orologeria e di concentrarsi sull’aiutare la moglie. Zélie gestiva tutto da un ufficio in casa propria, mentre Louis aiutava nelle vendite e dal lato artistico. Trattavano i loro dipendenti come familiari, e guadagnarono abbastanza da far sì che quando Zélie morì Louis riuscì a ritirarsi a Lisieux per crescere le figlie vicino alla famiglia di lei.

Il beato Salvador Huerta Gutierrez (1880-1927), sposato e padre di 12 figli, era un meccanico messicano. Anche se inizialmente era povero, divenne noto come il miglior meccanico di Guadalajara (il “mago delle macchine”), e alla fine diede impiego a otto uomini. Vedeva il suo lavoro anche come un modo per formare i suoi dipendenti come uomini e cristiani, e modellava la sua vita cristiana visitando il Santissimo Sacramento ogni mattina mentre andava al lavoro. Durante la Guerra Cristera venne ucciso per la sua fede insieme al fratello, il beato Ezequiel Huerta Gutierrez, padre di 10 figli e famoso cantante.

Il venerabile Jan Tyranowski (1901-1947) sperava di lavorare come contabile, ma una malattia cronica gli rendeva impossibile svolgere un lavoro d’ufficio. Si unì invece al padre come sarto e gestì l’attività familiare dopo la morte del padre. Era anche un mistico il cui lavoro come leader giovanile cambiò la vita di un Karol Wojtyła, e attraverso di lui del mondo. Durante il suo pontificato, Papa Giovanni Paolo II teneva sulla sua scrivania un’immagine di Tyranowski, l’uomo a cui doveva la sua vocazione.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
difficoltàeconomiasanti e beati
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: "Ho visto i ...
Gelsomino Del Guercio
Parla il sacerdote che ha vinto 35mila euro a...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Oleada Joven
Lettera di Gesù a te: dalla mia croce alla tu...
LUXOR FILM FESTIVAL
Zoe Romanowsky
Un filmato potente di appena un minuto sul ma...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni