Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Maurizio
home iconStile di vita
line break icon

Il mondo dopo il coronavirus

SPYING

Shutterstock | Photobank gallery

Miguel Pastorino - pubblicato il 14/04/20

Secondo dilemma: tra l’isolamento nazionalista e la solidarietà globale

Nella seconda parte dell’articolo, lo storico israeliano esorta ad avere un piano globale, che richiede di uscire dall’isolamento nazionalista e di entrare in una vera solidarità globale.

Sia l’epidemia che la crisi economica sono fatti globali che devono essere combattuti globalmente, condividendo le informazioni con tempismo.

Il grande vantaggio degli esseri umani rispetto ai virus è che possiamo condividere informazioni su come lottare contro di essi.

“Abbiamo bisogno di uno spirito di cooperazione e fiducia”, come anche di “una totale disposizione internazionale per produrre e distribuire un equipaggiamento medico”. Bisogna “umanizzare le industrie impegnate nel bene comune”.

“I Paesi dovrebbero essere disposti a condividere informazioni apertamente e a cercare umilmente consiglio, e dovrebbero poter confidare nei dati e nelle percezioni che ricevono”.

Harari suggerisce che un protocollo globale dovrebbe permettere che équipes molto controllate di esperti continuino a viaggiare, da scienziati e medici a politici, giornalisti e imprenditori che dovrebbero potersi spostare.

Critica duramente l’attuale amministrazione degli Stati Uniti, che lasciando indietro la sua leadership globale di fronte a varie crisi come quelle del 2008 o dell’ebola del 2014 “ha abdicato al lavoro da leader. Ha affermato chiaramente che le importa molto più della grandezza degli Stati Uniti che del futuro dell’umanità”. Per questo, intende che questo vuoto debba essere occupato da un altro Paese.

Una paralisi collettiva si è impadronita della comunità internazionale. Sembra che non ci siano adulti nella stanza.

A livello economico,“anche la cooperazione globale è vitale… Vista la natura globale dell’economia e delle catene di somministrazione, se ogni Governo fa la propria parte senza tener conto degli altri, il risultato sarà un caos e una crisi sempre più profonda. Abbiamo bisogno di un piano d’azione globale, e ne abbiamo bisogno rapidamente”.

Harari insiste sul fatto che senza cooperazione globale la crisi può essere molto più devastante, e questo deve ammonirci a costruire il futuro nel miglior modo possibile, tra tutti.

“L’umanità ha bisogno di prendere una decisione”, afferma concludendo il suo articolo. “Percorreremo la via della disunione o adotteremo il cammino della solidarietà globale? Se scegliamo la disunione, questo non solo prolungherà la crisi, ma probabilmente darà luogo a catastrofi ancor peggiori in futuro. Se scegliamo la solidarietà globale, sarà una vittoria non solo contro il coronavirus, ma contro tutte le future epidemie e crisi che potranno interessare l’umanità nel XXI secolo”.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
coronavirusmondo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni