Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
home iconFor Her
line break icon

52 anni insieme, li separa il Coronavirus. Dopo un mese Giorgio e Rosa si riabbracciano!

GIORGIO E ROSA

ASST di Cremona - Azienda Socio - Sanitaria Territoriale | Facebook

Silvia Lucchetti - pubblicato il 14/04/20

"È stato uno di quegli incontri che non si dimenticano. Nessuno di noi è riuscito a trattenere le lacrime" hanno raccontato le dottoresse dell'ospedale di Cremona che hanno organizzato l'incontro a sorpresa.

Dall’Ospedale di Cremona giungono sul web le emozionanti immagini di due anziani che si abbracciano in una stanza di degenza. Giorgio è lì ricoverato dal 17 marzo per una polmonite da coronavirus: un uomo dolce e garbato a cui non ci si può non affezionare e il cui unico cruccio è la nostalgia per la sua Rosa rimasta a casa. Sono sposati da 52 anni, ma non possono fare a meno nemmeno per un po’ l’uno dell’altra. Rosa sembra risuonare con il marito, e improvvisamente manifesta i sintomi di un’urgenza chirurgica non grave per cui viene ricoverata in un’altra corsia dello stesso nosocomio.

Lei recupera rapidamente e alla dimissione le Coordinatrici dei due reparti decidono di fare alla coppia la più straordinaria delle sorprese: farli incontrare per pochi minuti e permettere lo scambio di carezze con i gesti e le parole, commuovendosi loro e chi li osserva con discrezione. Fronte a fronte, le teste canute si abbracciano e chissà quali pensieri sussurrano mentre con le mani si stringono i volti come a dire: “Eccoti, sei proprio tu. Non separiamoci più!”. Un eccezionale viatico per la ripresa di Giorgio che non vede l’ora di tornare a casa dove oltre a Rosa lo attende impaziente Willy, il cane che da 17 anni allieta la vita di questa coppia così unita dall’amore vero.

Ha raccontato la dottoressa Manuela Denti:

È stato uno di quegli incontri che non si dimenticano. Nessuno di noi è riuscito a trattenere le lacrime. Un lungo abbraccio, dolci parole, dieci minuti di tenerezza e il desiderio di assicurarsi delle reciproche condizioni di salute. L’unico rammarico è quello di non averli potuti dimettere insieme. Speriamo che Giorgio raggiunga presto Rosa.

E mi viene in mente un verso di una canzone di Mogol e Battisti: No, lasciarti non è possibile…

Tags:
amorecoronavirussposi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MARIA DEL MAR
Rodrigo Houdin
È stata abbandonata in una discarica, ma ha c...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CHARLES
Anna Ashkova
La preghiera del Beato Charles de Foucauld da...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni