Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 28 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Siamo tutti Pietro

STATUE OF SAINT PETER

Antoine Mekary | ALETEIA

PIETRO - Roma, Basilica di San Pietro. in Vaticano Il luogo di sepoltura del discepolo che Gesù indicò come maestro degli altri apostoli e come “pietra” sulla quale sarebbe stata fondata la Chiesa, com’è noto, è la basilica di San Pietro in Vaticano a Roma, il principale tempio della cristianità.

Catholic Link - pubblicato il 11/04/20

di Silvana Ramos

Il Giovedì Santo, Gesù sta per iniziare a vivere le sue ore più difficili. I suoi discepoli lo accompagnano. L’amore di Gesù per questi suoi amici è così grande… Egli non solo dona la vita lasciandosi uccidere, ma fino all’ultimo istante, con tenerezza, continua a formare, amare e lasciare i doni che solo Dio può dare a chi ama: la sua presenza e la sua compagnia per sempre.

Il giorno passa, i discepoli sanno che sta per arrivare il momento. Non hanno mai immaginato quanto potesse essere difficile la prova. Simon Pietro, discepolo amato, veemente seguace di Gesù, appassionato e impulsivo, con un cuore assetato d’amore non concepisce la vita senza il suo Maestro: “Quand’anche tu fossi per tutti un’occasione di caduta, non lo sarai mai per me… Quand’anche dovessi morire con te, non ti rinnegherò” (Mt 26, 31-34).

Il momento più difficile è arrivato, Pietro

candle-2038736_960_720
pixabay

Il tuo migliore amico è solo, è arrivato il momento in cui ti dimostrerà quanto ti ama. Lo sai. Quanto è difficile accettare che il tuo migliore non solo non ci sarà più, ma subirà anche l’indicibile. Resisti, vuoi cambiare i suoi progetti.

“Maestro, perché deve andare così?”, ti chiedi. “Come potremo vivere senza di te? È questa la Gloria che ci hai promesso?” Anche con tanti dubbi, niente potrà farlo allontanare dal suo Maestro. Illuso. Quest’ora è anche la sua.

Arrivano i centurioni, Giuda ha già tradito il maestro. La paura e la furia si impadroniscono di te. Quanta voglia di uccidere tutti! Lasciate il Maestro! Non riesci a contenere i tuoi impulsi, e per difendere chi ami prendi la tua arma e attacchi senza pietà.

Il sangue cade, il tuo Maestro ti ferma. È tutto così confuso, Pietro. Solo qualche ora fa eravate liberi. La tenerezza del tuo Maestro ti destabilizza ancor di più. Amare il nemico significava questo? La sua mano gentile guarisce le ferite, anche di chi cerca di fargli del male.

Ama, Pietro. Ama finché fa male

SAINT MATTHIAS
Domaine Public
Peter Paul Rubens 1577 – 1640St Matthiasoil on panel (108 × 84 cm) — c. 1611Museum Museo del Prado, Madrid

Hanno portato via Gesù, sei rimasto solo… Non lascerai mai il Maestro. Pur se spaventato lo segui. Conosci Gesù? No! No per tre volte. Il gallo canta. Gli occhi del tuo Maestro incontrano i tuoi. Ti guardano nell’anima. Ha sempre avuto ragione. Che grande dolore, lo hai rinnegato.

I suoi occhi ti guardano. Ti ama comunque, ti ama tanto. Non puoi resistere. Il dolore è così grande, gli hai detto “No” nei suoi momenti più difficili, quando aveva più bisogno di te. “Quand’anche dovessi morire con te, non ti rinnegherò”. Fuggi, Pietro!

Se sapessi che quel dolore che ora ti trapassa il cuore fa parte della Passione di Cristo! Se sapessi che Egli prende su di sé le tue pene! Prende su di sé il dolore per il fatto di essere stato rinnegato. Prende su di sé l’odio che provi per te stesso.

Ma Pietro si è pentito!

14 NIETYPOWYCH ORĘDOWNIKÓW
Wikipedia | Domena publiczna

Św. Piotr apostoł – patron abstynentów, Marcin z Tours<br> Święty Piotr, chociaż niewątpliwie miał swój udział w tym, że na weselu w Kanie zbrakło wina, jest uważany za patrona abstynentów. Prawdopodobnie ma tu swoje znaczenie fakt, że kiedy po zesłaniu Ducha Świętego oskarżono apostołów, iż upili się młodym winem, Piotr odrzekł, że to nie napój wyskokowy, a działanie Trzeciej Osoby Trójcy. Tą grupą osób opiekuje się także św. Marcin z Tours (mnich) i św. Jan Chrzciciel (sam, jako nazirejczyk, będący abstynentem od dziecka).

Egli è il tuo amico amato. Ti ha già perdonato, lo ha sempre saputo e anche così ti ha amato. Ti ama incondizionatamente, ha solo bisogno che tu torni a Lui. Torna a Lui, Pietro. Torna a Lui, sempre. Il tuo rinnegamento non sarà mai più grande del suo amore.

Lo saprai presto. Lo rivedrai, come sempre, come prima. E ti chiederà se lo ami. Rispondi, Pietro, rispondi con tutta la sincerità del tuo cuore. Ama, Pietro. Sarai misurato solo in base all’amore…

Gesù ha lasciato Simon Pietro come suo vicario. Colui che avrebbe riempito di forza i suoi fratelli e avrebbe avuto la facoltà di governare la sua Chiesa. Simon Pietro, un pescatore dalla via semplice, forse senza grandi aspirazioni, ma con un cuore assetato di Dio. Un amore che è stato corrisposto, e in abbondanza.

In qualche modo, siamo tutti Pietro

Impulsivi, veementi, semplici e ben lungi dall’essere eruditi. La nostra paura e la nostra fragilità sono grandi. Rinnegarlo ci fa male il cuore. Gesù, che ha preso su di sé i nostri peccati e i nostri tradimenti, non solo ci ama in modo incondizionato, ma ci consola e ci riporta sulla retta via.

Vuole solo il nostro “Sì”. Il nostro amore sincero. Permette la nostra fragilità e la nostra urgente necessità di Lui. Gesù ha bisogno che lo amiamo, che lo amiamo profondamente. Il nostro pentimento sincero fa la differenza. Egli perdona i nostri peccati, ci rende continuamente nuovi nel sacramento della riconciliazione. Attraverso il suo sacrificio redentore, Gesù resta con noi tutti i giorni, fino alla fine del mondo.

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

Tags:
san pietro
Top 10
See More