Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Quello che Dio vuole da noi in questo momento è purificarci

BIBLE
Pascal Deloche | GoDong
Condividi

Come interpretare la Bibbia? Cosa dice all’uomo di oggi? Quali perle nascondono i suoi testi?

Oscar García Aguado è un sacerdote di Madrid autore di due brevi opere: Aprende a manejar la Biblia. Aproximación al Antiguo Testamento e Aprende a manejar la Biblia. Para disfrutar del Nuevo Testamento. Si tratta di due libri nati da una richiesta rivoltagli dal delegato per la Catechesi di Madrid, Manuel María Bru: “Oscar, devi mettere per iscritto la tua esperienza”, costituita da Scuole o Lezioni Bibliche per catechisti e per la formazione di adulti e laici in parrocchia.

Questi giorni di isolamento possono ssere una buona occasione per leggere, e per questo servono delle nozioni che Oscar spiega molto bene: “La Rivelazione non si riduce alla Bibbia. La Rivelazione di Dio è dinamica”.

Oscar, nel tuo libro dici che “per leggere la Bibbia bisogna avere delle regole interpretative e prudenza”. Il fatto di aprire la Bibbia a caso, leggere qualche versetto e vedere cosa ci dice Dio non serve, vero? Non è l’oracolo di Delfi…

No, la Bibbia non va usata come una palla di vetro per indovinare cosa dobbiamo fare in ogni momento. La Bibbia è parte di un dialogo che Dio vuole stabilire con ciascuno di noi. Questo dialogo va curato con attenzione, perché bisogna capire molto bene il messaggio. È importante che non si acceda alla Bibbia come se fosse un metodo divinatorio, e che la Bibbia serva per la preghiera, per l’incontro personale con Dio, per vivere secondo la sua volontà, per l’annuncio del suo Amore… La Bibbia è stata scritta per questo fatto di fede.

Cito testualmente dal libro: “Possiamo dire che ogni parola scritta nella Bibbia sia parola di Dio se è unita a quello che Dio vuole”. Come possiamo sapere cosa vuole Dio?

La Rivelazione di Dio non si esaurisce nella Bibbia. È una premessa che tutti devono avere ben chiara. La Rivelazione non si riduce alla Bibbia. La Rivelazione di Dio è dinamica. È quell’incontro che Dio ha avuto con l’uomo fin dall’inizio dell’umanità (Genesi), rivelandosi a poco a poco in ogni circostanza agli uomini di ogni epoca. E ora anche a noi.

È vero che abbiamo il bagaglio di tutta questa rivelazione meravigliosa, di questa storia di salvezza iniziata da Abramo e giunta fino ai giorni nostri, dal culmine di Gesù Cristo, da quella Parola di Dio fatta carne che ha fatto irruzione nella storia.

Bisogna tener conto del fatto che Dio parla a ciascuno di noi, e questo parlare ha parole, che sono realmente nella Bibbia, ma abbiamo bisogno di un interprete.

La Bibbia dà le parole alla voce di Dio nel nostro cuore, ma ora dobbiamo trovare un interprete, e questo inteprete è lo Spirito Santo che palpita nella Chiesa. È la Chiesa che ha l’interpretazione adeguata per sapere cosa Dio vuole da me.

Maquetación 1
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni