Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconStorie
line break icon

Il frate all'ospedale di Bergamo: i malati quando mi vedono sono felici, sentono Dio vicino

Screenshot from "A Sua Immagine" - Rai1

Fra Piergiacomo Boffelli.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 07/04/20

Il cappuccino, insieme a quattro confratelli, sono nella Cappellania dell'ospedale più colpito da ricoveri e decessi a causa del coronavirus. "Ho visto anche tanti medici e infermieri, in sala mortuaria, struggersi dal dolore"

All’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ci sono cinque angeli speciali. Che non smettono di percorrere i reparti per regalare speranza ai malati e al personale medico ed infermieristico.

Sono Fra Piergiacomo Boffelli, e i quattro suoi confratelli cappuccini, che raccontano a Vatican News (6 aprile), cosa accade ogni giorno in quell’ospedale così segnato dalla pandemia, per l’alto numero di ricoveri e, purtroppo, di decessi.

“Sentono vicina la presenza di Dio”

Quando i malati li incontrano, «prima di tutto c’è un po’ di stupore – premette Fra Piergiacomo – perché dopo molti giorni di ricovero vedono una persona che non è né medico né infermiere. Sono contenti quando scoprono che sotto il camice e dietro la mascherina si cela un religioso, li vedo anche un po’ risollevati e capiscono che la nostra presenza rappresenta il fatto che Dio è con loro ed è vicino alla loro sofferenza come il buon samaritano. Quando posso gli chiedo anche la possibilità di conferirgli l’unzione degli infermi, che rappresenta una consolazione nel momento della prova».

«Di solito – prosegue il frate cappuccino – diciamo loro di fare un atto di profonda contrizione e una preghiera di pentimento col proposito, quando l’emergenza sarà terminata, di andare a confessarsi da un sacerdote. Speriamo accada presto».


SUSANNA CACCIA,

Leggi anche:
Susy, in prima linea con la Croce Rossa nell’inferno di Bergamo: “Dio, dove sei?”

I pianti di dolore di medici e infermieri

I cappuccini, tutti i giorni, si recano anche nella camera mortuaria dove nessun familiare delle vittime può andare per l’ultimo saluto. «C’è sempre un frate che tutti i giorni offre una preghiera e una benedizione alle salme che transitano da lì. E se non ci sono i congiunti a piangere i propri cari defunti, spesso lo fanno i medici e gli infermieri: ne ho visti molti struggersi dal dolore, gli stessi che hanno accompagnato alla morte chi non ce l’ha fatta a resistere alla pandemia».

Un’Ave Maria per medici e infermieri e personale

Il rapporto è intenso anche con gli operatori sanitari. «A volte sono proprio le caposala – evidenzia Fra Piergiacomo – che ci chiamano per andare dai loro colleghi: così ci ritroviamo insieme qualche minuto per recitare un Ave Maria o un Padre Nostro».

In questo periodo di pandemia, conclude il cappuccino, «la nostra presenza vuole davvero essere una vicinanza orante per tutti».


BERGAMO

Leggi anche:
Il vescovo di Bergamo ai suoi sacerdoti: vi prego, rinunciate a tre “stipendi”

Tags:
bergamocoronavirusfrati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni