Aleteia
mercoledì 30 Settembre |
San Girolamo
Storie

Nonna Ada ce la fa! A 104 anni sconfigge il coronavirus e torna a recitare il suo Rosario

Screenshot from www.leggo.it

Gelsomino Del Guercio | Sun Apr 05 2020

Appena guarita, tra le prime cose che ha fatto questa super nonnina dalla grandissima fede, è stata la preghiera alla Madonna!

A 104 anni, dopo due guerre, ha superato anche la battaglia contro il coronavirus. Ed è una delle più anziane sopravvissute al mondo a questa pandemia.

La sua storia è ancora più eccezionale poiché Ada Zanusso, classe 1916, vive da qualche anno in una casa di riposo di Lessona, nel Biellese, che in queste ultime settimane è stata flagellata da una ventina di decessi tra gli ospiti, una delle stragi più dolorose compiute dal Covid-19 nelle residenze per anziani.

La rottura del femore

Originaria del Veneto, nel 1947 si è trasferita in provincia di Biella con il marito e i primi due dei quattro figli. E, nonostante sia stata sempre in buona salute e autonoma, alcuni anni fa dopo essersi rotta il femore ha preferito essere ospitata in una struttura non lontano da casa, la Residenza Maria Grazia, gestita dalla fondazione Cerino Zegna a Lessona (La Repubblica Torino, 4 aprile).

Il malore

Donna di profonda fede, legata alla preghiera e alla Madonna, nonna Ada «a inizio marzo è stata male – racconta il figlio Giampiero al Corriere della Sera (3 aprile)– Aveva febbre e vomito. Non sono riuscito ad andare a trovarla perché le visite erano vietate per il coronavirus, ma sono riuscito a sentirla ogni giorno al telefono e anche a farle delle videochiamate. Naturalmente ho subito sospettato che potesse trattarsi di coronavirus poiché nella casa di riposo c’erano già stati diversi contagi».

Il tampone

Il 17 marzo la nonnina è stata sottoposta a tampone e qualche giorno dopo è arrivato il risultato, positivo. «Ma a quel punto mia madre stava decisamente bene, si era già ripresa – continua il figlio – quindi la preoccupazione che c’era inizialmente, quando aveva passato una settimana di crisi, paradossalmente era già svanita quando ho saputo che era stata infettata dal coronavirus. Ha ricominciato a leggere e a recitare il rosario» (www.leggo.it, 4 aprile).

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
coronavirussanto rosario
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: "Ho visto i ...
Gelsomino Del Guercio
Parla il sacerdote che ha vinto 35mila euro a...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Oleada Joven
Lettera di Gesù a te: dalla mia croce alla tu...
LUXOR FILM FESTIVAL
Zoe Romanowsky
Un filmato potente di appena un minuto sul ma...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni