Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La levitazione di Suor Candida di Gesù, trattenuta in aria dal suo angelo

Condividi

Un fenomeno straordinario per la santa spagnola, canonizzata da Benedetto XVI, riportato nelle testimonianze del suo processo di canonizzazione

Juana Cipitria y Barriola nacque in Spagna a Berrospe il 31 maggio1845 e morì il 9 agosto1912 a Salamanca, fondatrice sotto il nome di Candida Maria di Gesù della congregazione delle Figlie di Gesù di Salamanca. Prima della sua entrata in religione, ella conduce un’esistenza tutta dedita alle opere di carità, e gode già d’una reputazione di santità abbastanza stabile perché un giorno del 1868 il suo direttore spirituale si rivolge a lei in questi termini:

  • Juanita, chiedi a Dio che ci dia la pioggia, poiché ci manca molto!

Sono mesi che la pioggia non è caduta, la terra si secca, si ricopre d’una crosta dura, le semine stanno per essere compromesse, i contadini cominciano a perdere coraggio, ed hanno inviato il sacerdote presso la taumaturga. Ma questa risponde:

  • Anche se gliela chiedo, il Signore non invierà la pioggia.

Molto meravigliato, padre San Juan chiede una spiegazione:

  • Vedete, padre, io ho promesso di dare tutto il mio denaro ai poveri, così non posso più nulla acquistare per me. I miei zoccoli sono usurati. Se piove, avrò i piedi bagnati ed il Signore, che è così buono, non lo vuole. Non pioverà finché non avrò scarpe nuove.

Strano scambio! Ma la cosa si capisce: tutti trovano normale che la ragazza si dedichi semprer agli altri, ma nessuno pensa ad assicurarle lo stretto necessario. Padre San Juan invoca gli angeli e, il giorno stesso, qualcuno è ispirato di dare alla ragazza delle calzature convenienti. Juana ringrazia il suo angelo custode. In serata, una vicina viene a chiederle di accompagnarla per una piccola camminata. Il cielo è limpido, d’un blu intenso, ma Juana avverte la sua amica che sta per piovere: – Della pioggia, con un cielo simile?

L’intercessione dell’angelo

Eh sì! Poco dopo, il cielo si oscura di colpo, e ben presto l’acquazzone si abbatte sui campi della Castiglia, dapprima impetuosa, poi regolare e continua, “tale come una feconda benedizione”. Senza esitare, Juana attribuisce quel beneficio all’intercessione del suo angelo custode. Alcuni anni più tardi – nel 1875 – allorché ella ha fondato la sua famiglia religiosa, ella è alloggiata con una sua compagna nel Carmelo di Medina del Campo, in un locale preparato vicino alla portineria. Una mattina, pensando che non vi fosse nessuno, la priora delle suore vi entra per stirare alcuni panni e fare il bucato.

Una forza misteriosa

E’ là ch’ella vede Madre Candida sollevata al di sopra del suolo da una forza misteriosa, il volto infiammato e circondato da raggi, in colloquio con un angelo. La priora conosce la più grande emozione della sua vita ma, “come trattenuta dagli angeli”, dirà lei, ella non parlerà dell’accaduto prima di numerosi anni. Madre Candida Maria di Gesù è stata canonizzata da papa Benedetto XVI il 17 ottobre 2010.

 

 

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni