Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Papa Francesco su Tv2000: parliamo con i nostri defunti, loro sono già davanti a Dio

Condividi

Il pontefice alla trasmissione “Io Credo”: “Se non crediamo alla resurrezione dei morti, la nostra fede è una stupidaggine”

Si può «parlare con i defunti, con i nostri antenati: ‘Ma, dimmi, tu dove stai? Dove sei?’, perché c’è la prima resurrezione e poi sarà universale per tutti, ma loro già sono davanti a Dio».

Lo afferma Papa Francesco nella settima puntata del programma ‘Io credo’ dal tema ‘la resurrezione della carne’ in onda lunedì 30 marzo su Tv2000 (canale 28 e 157 Sky). E’ il terzo appuntamento su Tv2000 di Papa Francesco che conclude la trilogia sulla preghiera con il Credo, intervistato da don Marco Pozza.

SS Francesco
Divisione Produzione Fotografica | © Vatican Media

L’esempio della Magnani

«Ci sono ferite e ferite – è il ragionamento del Papa – E c’è anche la decadenza della nostra salute, della nostra bellezza naturale. Io penso alla Magnani quando hanno voluto toglierle le rughe e disse: ‘No, no, lasciatele come stanno che ho speso tanti anni per averne …’. E poca gente è capace: noi cerchiamo sempre di coprire le cose brutte e ci siamo abituati a coprire, ma non crediamo che loro hanno una bellezza e che sono una promessa».

ANNA MAGNANI
Breve Storia del Cinema I CC BY 2.0
Anna Magnani

La resurrezione dei morti

«E con la resurrezione è lo stesso. Sì, andiamo, facciamo la sepoltura, preghiamo per i morti, andiamo a pregare lì, la resurrezione …E Paolo ha una parola forte: ‘Se non c’è la resurrezione dei morti, la nostra fede è una stupidaggine’».

«La speranza è l’ancora – conclude il Papa a Tv2000 – la speranza è l’ancora, il simbolo…butta lì e prendi la corda. Se noi abbiamo le mani sulla corda della speranza saremo su una buona strada».

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni