Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

In chiesa non si può andare? Don Camillo viene da te con la Madonna a benedirti

Condividi

Accade in un paesino abruzzese. Il parroco, a causa del coronavirus, gira a piedi, portando in un carrello la statua della Vergine

Il coronavirus non ha fermato don Camillo Lancia, parroco a Picciano e Piccianello (Pescara), che tre giorni fa ha portato la statua della Madonna in processione lungo le strade di Picciano.

In tempi di restrizioni anche per la chiesa, che si appresta a vivere senza precedenti, con i riti a porte chiuse, questa iniziativa è una piccola e positiva luce di speranza per i credenti (Il Centro, 25 marzo).

La Madonna sul carrello

Don Camillo, racconta Il Centro, era solo, e non poteva essere altrimenti, ma i cittadini hanno partecipato ugualmente, nell’unico modo possibile, dalle finestre di casa. E don Camillo ha avvertito quella presenza e si è commosso, come dice lui stesso. «Non potevo coinvolgere la gente in strada», spiega, «e così ho deciso di andare da solo, sistemando la statua della Madonna su un carrello, come avevo fatto due domeniche fa per una Via Crucis in solitudine, con la croce».

Il video che lo ritrae intendo a fare la benedizione è stata visto e condiviso da migliaia di persone.

Affacciati alle finestre per pregare

Ha camminato per circa due ore, passando di strada in strada, collocandosi al centro, per farsi vedere da tutti e portare il suo messaggio di fede e speranza in questo tempo anomalo, di pandemia.

«La gente interveniva dalle finestre. E pregava. È stato molto bello», racconta il parroco che ha visto tante finestre aprirsi e ha incrociato lo sguardo di giovani e anziani.«Erano sorpresi», aggiunge don Camillo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.