Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Coronavirus: il Sacro Cuore di Montmartre chiude per la prima volta nella sua storia

Condividi

“Anche se le chiese francesi restano aperte, la basilica del Sacro Cuore di Montmartre è chiusa”, ha dichiarato il suo rettore. Una decisione che vuole dare una risposta alla “necessità dell’isolamento per tutti”

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Per la prima volta nella sua storia, la basilica del Sacro Cuore di Montmartre, a Parigi, chiude le sue porte. “La basilica è innanzitutto un grande santuario, ma è anche uno dei monumenti più visitati di Parigi”, ha ricordato monsignor Leverton, rettore della basilica.

“Seguendo le ultime indicazioni governative e la stretta necessità di isolamento per tutti, questi monumenti sono da questo momento chiusi al pubblico”. La decisione è stata concordata con monsignor Michel Aupetit, arcivescovo di Parigi.

Con l’arrivo della chiusura nel cuore del giubileo che celebra i cent’anni dalla consacrazione, il rettore vede in questa misura “un invito a celebrare in modo diverso questo anniversario”.

In questo periodo di isolamento, la comunità delle Suore Benedettine del Sacro Cuore di Montmartre continua a garantire l’importanza dell’adorazione eucaristica, che non si è mai interrotta dal 1° agosto 1885.

“E quindi, anche se la basilica non può accogliervi, vi proponiamo, fino alla fine dell’isolamento, di unirvi a distanza in comunione di preghiera e di tener conto in particolare delle intenzioni che ci hanno affidato in questo anno giubilare”, ricorda monsignor Laverton.

“Anche quando siamo chiamati all’isolamento, questo grande movimento di comunione nella fede e nella preghiera al di là della distanza ci permette di vivere questa volontà di fraternità, di solidarietà e di servizio”, ha affermato il rettore della basilica.

“Questo tempo di Quaresima vissuto quest’anno in modo tanto particolare sia l’occasione per unirci a Gesù per orientarci al Padre, uniti nella comunione del suo amore, per poter avanzare oltre i timori e i dubbi con più fiducia e pace, più radicati nell’essenziale: Cristo, nostro Salvatore e nostra speranza”.

Ecco alcune immagini della bella basilica:

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.