Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 17 Aprile |
Santa Kateri Tekakwitha
home iconStile di vita
line break icon

Chi approfitta del Coronavirus: sette, guru e pseudoterapeuti

SECT

Shutterstock | snob

Miguel Pastorino - pubblicato il 23/03/20

Paranoici delle teorie cospirative

Non è mancato sulle reti sociali chi si offriva di raccontare “la verità” sul virus, e iniziano ad apparire gli “Illuminati”, “I padroni del mondo”, “il Vaticano”, “la Massoneria” e un’infinità di presunti colpevoli che in un piano di riduzione della popolazione mondiale sarebbero i creatori del virus.

A questo si aggiungono i racconti con teorie extraterrestri, profezie, e perfino un presunto programma dei Simpson che in realtà era un montaggio circolato sulle reti sociali che “profetizzava” l’arrivo del virus.

L’ingestibile quantità di informazioni false circolate sulle reti sociali sui temi più vari permette di riempire di contenuti deliranti presentati come l’ultima indagine scientifica o la rivelazione di un segreto che “i potenti del mondo” non vogliono che si sappia. Le teorie cospirative sono attraenti perché semplificano la complessità dei problemi, visto che c’è sempre un nemico potente che sta portando avanti un piano dettagliato, e così tutto ha un senso.

La cosa più fastidiosa per i “cospiranoici” è la verità, perché è sempre più complessa delle teorie dei “buoni e cattivi”, e sicuramente meno attraente da raccontare.

I guru del pensiero magico

Nell’ambiente New Age e derivato, sono innumerevoli le persone che predicano contro la medicina e dicono di frenare il virus con esercizi di meditazione e pensieri positivi, evitando così il contagio “grazie al potere della mente”.

Anche chi insegna la teoria pseudoscientifica e magica della cosiddetta “Legge di attrazione” sostiene che se una persona si ammala è perché in qualche modo ha cercato la malattia, visto che ciascuno crea la propria realtà.

La disperazione delle persone che vogliono proteggersi le rende un facile bersaglio dei manipolatori di turno, che approfittano della vulnerabilità di una situazione critica per offrire ricette magiche.

In questo tipo di letteratura o conferenze si alimenta la sfiducia nei trattamenti medici e si promettono “segreti” che vincono qualsiasi male, perché in generale si insegna che tutti i problemi, anche un virus, derivano solo dai nostri pensieri o da uno squilibrio del nostro mondo emotivo. Semplice. Assurdo.

La crisi come opportunità

Una crisi come quella che stiamo vivendo è un’autentica opportunità. Nessuno ignora che le situazioni di vulnerabilità, la paura e l’insicurezza ci trasformano in possibili vittime di manipolatori che vendono ricette magiche e irrazionali. Non è un caso che le sette più controverse siano sempre sorte in tempi di crisi sociale ed economica.

È anche una grande opportunità per promuovere il pensiero critico e la responsabilità sociale a livello di temi sanitari, valorizzando molto di più il lavoro dei professionisti del settore medico.

La crisi è diventata anche un’opportunità. La cittadinanza di vari Paesi colpiti ha dimostrato un elevato livello di umanità, e in una cultura che promuove l’individualismo narcisistico, l’arrivo di una pandemia è ancora capace di risvegliare solidarietà e consapevolezza del bene comune e della necessità di cura reciproca.

Molti hanno iniziato a dire che condividiamo lo stesso mondo, la “casa comune”, in cui tutti contano e impariamo quanto siamo responsabili del bene altrui, anche se non ci è sempre presente. In periodi di crisi come questo, riscopriamo che come esseri umani è più quello che ci unisce che quello che ci separa.

  • 1
  • 2
Tags:
coronavirusnew agesette religiose
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
5
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
6
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
7
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni