Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 27 Novembre |
Beata Vergine della Medaglia Miracolosa
home iconChiesa
line break icon

Santi che hanno dovuto vivere senza l'Eucaristia

EUCHARIST

Public Domain | Gini George/Pixabay

Meg Hunter-Kilmer - pubblicato il 18/03/20

Queste storie restituiscono la giusta prospettiva al nostro digiuno temporaneo dal Corpo e Sangue di Cristo

Mentre le diocesi di tutto il mondo cancellano le Messe pubbliche per le settimane a venire, molti cattolici stanno già sentendo la mancanza dell’Eucaristia. Quando il mondo combatte contro una pandemia, sembra che la Messa sia più necessaria che mai. Se le Messe pubbliche sono state cancellate, però, quelle private vanno avanti, e se ne possono ricevere grandi grazie, soprattutto quando facciamo la Comunione spirituale.

Come facciamo noi che dipendiamo dai sacramenti a sopravvivere quando veniamo separati dalla santa Messa? Ci sono stati molti santi (come anche milioni di cristiani) che hanno vissuto esperienze simili, con mesi e anni di lontananza dai sacramenti. Guardare a loro può rafforzarci e aiutarci a perseverare.

Anche se non canonizzati, migliaia di cristiani giapponesi hanno vissuto senza sacerdoti per quasi 250 anni. Battezzavano segretamente i loro figli, trasmettendo la fede in lezioni sussurrate e pregando davanti a immagini della Madonna col Bambino camuffate per sembrare buddiste. Nel 1858 il Giappone riammise i missionari cristiani, che trovarono ad aspettarli 10.000 cristiani clandestini. Immaginate di essere cresciuti quasi certi di non poter mai assistere a una Messa in vita vostra, conoscendo l’Eucaristia solo perché la nonna della nonna di vostra nonna una volta è andata a Messa. Tutto questo mette il distanziamento sociale in prospettiva.


POPE FRANCIS

Leggi anche:
Papa: “Dio ferma l’epidemia con la tua mano. Ho pregato per questo”

La Corea del XIX secolo si trovava in una situazione simile. Dopo che il Vangelo venne predicato per la prima volta dal Servo di Dio God Yi Beok e dai suoi compagni nel 1784, la Chiesa venne gestita interamente da laici fino al 1795, quando il beato James Zhou Wen-Mo arrivò scoprendo 4.000 cattolici, uno solo dei quali aveva visto un sacerdote in vita sua. Wen-Mo servì come unico sacerdote di tutta la Corea per sei anni, fino al suo martirio. Per i 36 anni successivi non ci furono Messe in Corea, finché nel 1836 giunse un piccolo gruppo di sacerdoti francesi, che vennero uccisi due anni dopo.

San Isaac Jogues (1607-1646) era preparato a tortura e martirio quando arrivò in Nordamerica per evangelizzare i nativi americani. Come sacerdote non si aspettava di essere privato dell’Eucaristia, finché venne rapito e gli vennero mutilate le mani. All’epoca, un sacerdote a cui mancava il pollice o l’indice non poteva celebrare la Messa, e quindi da quando venne ferito al suo ritorno in Francia 17 mesi dopo non poté confessare, celebrare la Messa o perfino assistervi. Ricevette una dispensa speciale e gli fu permesso di celebrare di nuovo la Messa nonostante le condizioni delle sue mani, e dopo essersi ripreso chiese il permesso di tornare in America. Fu ucciso poco dopo il suo ritorno, ma in seguito il suo assassino si pentì e venne battezzato con il nome di Isaac Jogues.

  • 1
  • 2
Tags:
comunioneSanti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
ILARIA ORLANDO,
Silvia Lucchetti
Iaia: il dono di essere nata e morta lo stess...
Matrimonio cristiano
Karolina Kόzka ha preferito la morte alla vio...
NATALE, IENE, COVID
Annalisa Teggi
Natale, il suo canto di gratitudine commuove ...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni