Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 28 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Tre preghiere contemplative per portare pace al proprio cuore

MAN PARYING

By Stokkete | Shutterstock

Beatriz Camargo - pubblicato il 17/03/20

Se il vostro desiderio è meditare, questi passi vi aiuteranno a sentirvi più vicini a Dio

Se in questo momento il vostro desiderio è pacificare il vostro cuore e avvicinarvi a Dio, questa guida vi aiuterà. Basata sulle tecniche del Mindfulness, riunisce orientamenti che vi aiuteranno nella vostra giornata.

PREPARAZIONE
Vestitevi in modo comodo e trovate un luogo calmo, prendete una candela e l’immagine di un santo a cui siete devoti o un crocifisso. Se volete, potete anche accendere dell’incenso oltre alla candela.

Sedetevi a terra a gambe incrociate e con i piedi opposti rispetto alle cosce, e mantenete una posizione eretta. Iniziate il processo di rilassamento con gli occhi chiusi, e cominciate a percepire il vostro respiro, facendo attenzione a come l’aria entra ed esce dalle narici.

MOMENTO DI CONTEMPLAZIONE
Concentratevi su quei movimenti, e quando sentite di essere rilassati, con la mente libera e senza pensieri, fate il segno della croce, recitate il Padre Nostro e ripetete uno dei salmi che riportiamo di seguito – scegliete in precedenza quello che più si addice al vostro stato d’animo, in base al fatto di desiderare purificazione o pace interiore o di voler esprimere riconoscenza.

Quando recitate il salmo, ricordatevi di farlo con il cuore aperto, ascoltatene le parole e valutate quando è forte il vostro desiderio di ottenere quello che chiedete a Dio.

Per la purificazione:

Abbi pietà di me, o Dio, per la tua bontà;
nella tua grande misericordia cancella i miei misfatti.
Lavami da tutte le mie iniquità
e purificami dal mio peccato;
poiché riconosco le mie colpe,
il mio peccato è sempre davanti a me.
Ho peccato contro te, contro te solo,
ho fatto ciò ch’è male agli occhi tuoi.
Perciò sei giusto quando parli,
e irreprensibile quando giudichi.
Ecco, io sono stato generato nell’iniquità,
mia madre mi ha concepito nel peccato.
Ma tu desideri che la verità risieda nell’intimo:
insegnami dunque la sapienza nel segreto del cuore.
Purificami con issopo, e sarò puro;
lavami, e sarò più bianco della neve.
Fammi di nuovo udire canti di gioia e letizia,
ed esulteranno quelle ossa che hai spezzate.
Distogli lo sguardo dai miei peccati,
e cancella tutte le mie colpe.
O Dio, crea in me un cuore puro
e rinnova dentro di me uno spirito ben saldo.
Non respingermi dalla tua presenza
e non togliermi il tuo santo Spirito.
Rendimi la gioia della tua salvezza
e uno spirito volenteroso mi sostenga.
Insegnerò le tue vie ai colpevoli,
e i peccatori si convertiranno a te.
Liberami dal sangue versato, o Dio, Dio della mia salvezza,
e la mia lingua celebrerà la tua giustizia.
Signore, apri tu le mie labbra,
e la mia bocca proclamerà la tua lode.
Tu infatti non desideri sacrifici,
altrimenti li offrirei,
né gradisci olocausto.
Sacrificio gradito a Dio è uno spirito afflitto;
tu, Dio, non disprezzi un cuore abbattuto e umiliato.
Fa’ del bene a Sion, nella tua grazia;
edifica le mura di Gerusalemme.
Allora gradirai sacrifici di giustizia,
olocausti e vittime arse per intero;
allora si offriranno tori sul tuo altare.
(Salmo 51, 1-19)

Per la pace interiore:

O Signore, poiché ho confidato in te,
fa’ che io non sia mai confuso;
per la tua giustizia liberami.
Porgi a me il tuo orecchio;
affrèttati a liberarmi;
sii per me una forte rocca, una fortezza dove tu mi porti in salvo.
Tu sei la mia rocca e la mia fortezza;
per amor del tuo nome guidami e conducimi.
Tirami fuori dalla rete che m’han tesa di nascosto;
poiché tu sei il mio baluardo.
Nelle tue mani rimetto il mio spirito;
tu m’hai riscattato, o Signore,
Dio di verità.
Detesto quelli che si affidano alle vanità ingannatrici;
ma io confido nel Signore
(Salmo 31, 1-6)

Per ringraziare Dio

Io ti celebrerò con tutto il mio cuore,
davanti agli dèi salmeggerò a te.
Adorerò rivolto al tuo santo tempio
e celebrerò il tuo nome per la tua bontà e per la tua fedeltà;
poiché tu hai reso grande la tua parola oltre ogni fama.
Nel giorno che ho gridato a te,
tu mi hai risposto,
mi hai accresciuto la forza nell’anima mia.
Tutti i re della terra ti celebreranno, Signore,
quando avranno udito le parole della tua bocca;
e canteranno le vie del Signore,
perché grande è la gloria del Signore.
Sì, eccelso è il Signore, eppure ha riguardo per gli umili,
e da lontano conosce il superbo.
Se cammino in mezzo alle difficoltà,
tu mi ridai la vita;
tu stendi la mano contro l’ira dei miei nemici
e la tua destra mi salva.
Il Signore compirà in mio favore l’opera sua;
la tua bontà, Signore, dura per sempre;
non abbandonare le opere delle tue mani.
(Salmo 138, 1-8)

CONCLUSIONE:

Recitare ancora una volta il Padre Nostro, e poi l’Ave Maria, terminando con il segno della croce.

Se sentite di non aver raggiunto il grado di concentrazione desiderato o di non aver realizzato quello che vi eravate preposti, non vi preoccupate. Questo esercizio può essere ripetuto in un altro momento, per tutti i giorni che si vuole. Ricordate che dovrete avere sempre ben chiari le vostre intenzioni e i vostri sentimenti.

Tags:
pacepreghierepurificazionericonoscenza
Top 10
See More