Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Covid-19: prete celebra con tutti i parrocchiani (cioè quasi)

GIUSEPPE CORBARI
AP/Associated Press/East News
Condividi

Il parroco del paese di Robbiano di Giussano ha trovato un modo per presiedere l’eucaristia con la sua comunità senza infrangere l’interdetto di assembramenti.

Don Giuseppe Corbari, parroco di Robbiano, nel Monzese, ha postato sui social una foto in cui posa al centro della navata della chiesa parrocchiale. Dietro di lui, i volti dei suoi parrocchiani. Un’assemblea che viola il decreto di Palazzo Chigi? No, semplicemente alla vigilia della messa domenicale il prete aveva mandato nella chat parrocchiale di Telegram questo messaggio:

Stando in piedi davanti all’altare e vedendo i banchi vuoti, sento una tristezza che stride col divin sacrificio che celebro. Essa entra in conflitto con la speranza che annuncio, con la gioia di Pasqua che attendo. Sono convinto che siamo tutti uniti in comunione di fede, ma quando guardo l’interno della mia chiesa, dove sono abituato a trovarvi, i miei occhi trovano il vuoto. Allora avrei una proposta da farvi: mandatemi dei selfie, io li stamperò e li attaccherò ai banchi, così mi sentirò meno solo. Certo, metterò le foto dei bambini ai primi banchi, i chierichetti vicino all’altare e gli adulti tutt’intorno…

GIUSEPPE CORBARI
AP/Associated Press/East News
GIUSEPPE CORBARI
AP/Associated Press/East News
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.