Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 21 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

5 passi per salvare il vostro matrimonio

COUPLE

Shutterstock

Tom Hoopes - pubblicato il 16/03/20

Se il rapporto matrimoniale è in crisi, i passi per cercare di uscire da questa situazione non sono così complicati

Cosa si può fare se il proprio matrimonio sta attraversando dei problemi – grandi problemi?

A molti verrà in mente un film che hanno visto su Netflix, Marriage Story (che si dovrebbe invece chiamare Divorce Story). Come ho scritto in un articolo di vari anni fa ritirato fuori di recente, nessuno è immune ai problemi matrimoniali – né le coppie di sposi novelli, né i fedeli o chi non ha fede.

E allora, da persona attiva nella preparazione matrimoniale, ho pensato di offrire qualche suggerimento su cosa fare se state vivendo un periodo di crisi.

1: La prima cosa da fare se si hanno problemi matrimoniali è cercare aiuto

Nel film, le sessioni di consulenza dei personaggi di Adam Driver e Scarlet Johansson non funzionano. Nella vita reale, le statistiche suggeriscono che la consulenza aumenta le possibilità di un miglioramento per la coppia sposata.

Le sessioni di consulenza tradizionali non sono però l’unico aiuto disponibile. Quando mia moglie ed io eravamo editori della rivista Faith & Family, abbiamo deciso di includere in ogni numero la storia di una coppia il cui rapporto era peggiorato fino ad arrivare sull’orlo del divorzio, ma poi era riuscita a rimettersi in carreggiata. Spesso abbiamo verificato che una svolta per il miglioramento dei matrimoni in crisi avveniva grazie a un apostolato cattolico: Retrouvaille.

Il sistema di ritiri del gruppo ha aiutato innumerevoli coppie a comunicare per risolvere le loro problematiche.

2: Pregate con il vostro coniuge

La preghiera non può mai essere l’unica risposta a un problema, ma dovrebbe sempre far parte della risposta stessa.

Al nostro matrimonio ci è stato detto di pregare ogni sera come coppia, e questo ci ha aiutati immensamente nei primi anni della nostra unione matrimoniale. Poi, però, con l’arrivo dei figli, la preghiera di coppia è diventata il Rosario di famiglia, e abbiamo perso quel contatto serale l’uno con l’altra e con Dio.

Solo di recente mia moglie ed io abbiamo ricominciato a pregare insieme come coppia, solo noi due, e questo ha già fatto una grande differenza. Pensavamo che sarebbe stato strano, ma recitare la Preghiera Serale dal Magnificat o da un’app ci ha aiutati a ristabilirci come coppia che guarda nella stessa direzione – Dio.

3: Siate i primi ad amare

Ogni volta che sento gli amici lamentarsi del fatto che il coniuge non li tratta bene – sempre arrabbiato, ignorandone le necessità, non mostrando mai gratitudine o apprezzamento –, do sempre lo stesso consiglio: “Amate voi per primi”.

Lo so perché l’ho sperimentato. Quando mi sento trascurato a casa, cerco di amare di più. Compio un atto d’amore in un linguaggio d’amore diverso ogni giorno: porto fiori il lunedì, offro un massaggio alla schiena il martedì, aggiusto qualcosa il mercoledì, mi prendo del tempo solo per noi due il giovedì e faccio un complimento per qualcosa che non avevo notato il venerdì.

Quando stabilisco degli atti d’amore da compiere mi rendo conto di una cosa: noto di non essere stato l’unico ad essere trascurato. Sono anche stato un cattivo coniuge. E al riguardo…

4: Migliorare se stessi porta anche a migliorare come coniuge.

Una volta mi stavo lamentando di mia moglie con Dio nella preghiera quando ho sentito una chiara risposta, che suonava più o meno così: “Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio di tua moglie”.

Il messaggio è semplice: se sai che stai facendo qualcosa che ti sta allontanando dalla famiglia o dal coniuge, smetti di farlo. Smetti di trascorrere troppo tempo lontano da casa. Smetti di essere assente dalla tua famiglia quando sei a casa, guardando la televisione, giocando ai videogiochi o dedicandoti ai social media. Fai quello che devi per sradicare le tue brutte abitudini della pornografia, delle spese eccessive, del bere, dell’impazienza… qualunque cosa sia.

5: Connettetevi sulla stessa pagina. Letteralmente.

So che per me e mia moglie è molto semplice smettere di comunicare senza alcun atto di cattiva volontà. La vita prende il sopravvento, gli eventi ti travolgono, e senza rendertene conto ti sei allontanato.

E allora abbiamo iniziato ad avere ogni giorno un incontro 30 minuti che fa una grande differenza (ce ne rendiamo conto quando lo saltiamo). Dal mio punto di vista, i due aspetti fondamentali dell’incontro sono: 1. Che ci incontriamo davvero, 2. Si tratta solo di 30 minuti, e quindi chi parla dev’essere efficace, e chi ascolta non inizia a voler saltare l’appuntamento temendo che duri all’infinito.

Seguiamo un programma che analizza ogni aspetto della nostra vita, iniziando con il calendario, poi con i figli, le finanze e gli obiettivi personali.

È curioso. I problemi che avevamo nella vita sembrano più piccoli man mano che permettiamo alle cose positive di prevalere.

Tags:
matrimoniosalvataggio
Top 10
See More