Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 25 Settembre |
San Cleofa
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Andrea Jaeger, la tennista che ha abbandonato la racchetta per seguire Dio

ANDREA JAEGER

JOEL ROBINE | AFP

Sandra Ferrer - pubblicato il 09/03/20

La toccante storia di una giovane promessa del tennis che ha abbandonato il circuito professionale per dedicarsi agli altri e diventare religiosa

Andrea Jaeger era chiamata a diventare una delle grandi figure del tennis femminile. Martina Navrátilová è stata la sua grande rivale sul campo, e avrebbe potuto arrivare ai suoi livelli. Il destino, però, aveva in serbo per lei una vita molto diversa.

Andrea Jaeger è nata il 4 giugno 1965 nell’Illinois (Stati Uniti). Fin da molto piccola ha dimostrato di avere grandi doti per il tennis, ed è diventata presto una delle giovani promesse statunitensi di questo sport.

I suoi lunghi capelli biondi sono diventati noti sui campi di tutto il mondo.

ANDREA JAEGER
Facebook-Andrea Jaeger-(Fair use)

Ad appena 14 anni Andrea Jaeger è diventata professionista, e in poco tempo ha accumulato vari titoli, fino a diventare la numero 2 al mondo.

Grandi competizioni come il Roland Garros, Wimbledon o la Masters Cup hanno visto spiccare la tecnica e la forte personalità della ragazza, che aveva davanti a sé un futuro molto promettente nel mondo dello sport.

000_arp3129523.jpg
AFP

Per questo, quando nel 1987, ad appena 22 anni, ha reso nota la sua decisione di appendere la racchetta al chiodo per sempre, i fans del tennis sono rimasti costernati. Avrebbe potuto arrivare molto lontano, ma nella sua vita c’erano altri progetti.

La decisione di Andrea è stata in parte motivata da una grave lesione alla spalla. Anziché arrendersi, ha visto in quell’imprevisto un’opportunità per dedicarsi a quello che desiderava davvero: aiutare gli altri.

Dopo aver lasciato i campi da tennis, Andrea Jaeger si è iscritta all’università per studiare Teologia. Lo ha spiegato lei stessa nel suo libro First Service: Following God’s Calling and Finding Life’s Purpose (Primo Servizio: Seguire la Chiamata di Dio e Trovare lo Scopo della Vita), pubblicato nel 2004:

“Mentre mi dibattevo per anni tra preghiere e ricerche costanti, mi sono resa conto del fatto che Dio stava orchestrando ogni momento del mio proposito e della mia chiamata: proteggere e aiutare i bambini”.

  • 1
  • 2
Tags:
bambinisportvita religiosa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni