Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 04 Marzo |
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

I luoghi della Bibbia: il Monte Carmelo, dove Dio sconfisse i pagani

Mount Carmel

Guy Zidel - Shutterstock

Philippe-Emmanuel Krautter - pubblicato il 08/03/20

Dominando la baia di Haifa, il Monte Carmelo è uno dei luoghi biblici più famosi in cui Dio si è manifestato, e ha dato il nome all'ordine religioso omonimo

Il Monte Carmelo gode di una reputazione di ricchezza. Il suo nome significa “orto” o “giardino”, per via della vegetazione che prospera sui suoi pendii. Il Monte Carmelo ricorda il paradiso, o Giardino dell’Eden. La montagna che domina la baia di Haifa e Cesarea Marittima ospita molte grotte abitate fin dagli albori dell’umanità.

shutterstock_487868035.jpg
Olgysha - Shutterstock

La Bibbia celebra il suo splendore nel Cantico dei cantici, paragonando l’amata a questo luogo idilliaco:

“Il tuo capo si eleva come il Carmelo,
e la chioma del tuo capo sembra di porpora;
un re è incatenato dalle tue trecce!”
(Cantico dei Cantici 7, 6)

Isaia riprenderà quest’immagine di bellezza del Monte Carmelo:

“Si coprirà di fiori,
festeggerà con gioia e canti d’esultanza;
le sarà data la gloria del Libano,
la magnificenza del Carmelo e di Saron.
Essi vedranno la gloria del Signore,
la magnificenza del nostro Dio”
(Isaia 35, 2).

Questo racconto biblico rivela che questi luoghi erano ben noti all’epoca, e anche prima, visto che i fenici e altri popoli vi avevano già lasciato molte tracce di culti pagani, incluso un santuario dedicato a Baal.

Il profeta Elia, difensore della fede

Proprio perché il popolo di Israele si era allontanato dal cammino tracciato da Dio per tornare ai culti pagani che aveva abbandonato, il profeta Elia annuncia un grande castigo divino nei confronti del suo popolo e del suo re Acab: “Elia, il Tisbita, uno di quelli che si erano stabiliti in Galaad, disse ad Acab: «Com’è vero che vive il Signore, Dio d’Israele, che io servo, non ci sarà né rugiada né pioggia in questi anni, se non alla mia parola»” (1 Re 17, 1)

Acab aveva preso in moglie Gezabele, figlia di un sommo sacerdote di Baal che lo aveva formato per servire nella sua adorazione ed espellere il Dio di Israele. Elia, però, sa che è in pericolo per aver denunciato questi abusi incoraggiati dalla moglie del re, e la parola divina gli ordina: “Parti di qua, va’ verso oriente, e nasconditi presso il torrente Cherit, che è di fronte al Giordano. Tu berrai al torrente, e io ho comandato ai corvi che là ti diano da mangiare” (1 Re 17, 3)

Mount Carmel - river
MoLarjung - Shutterstock

Quando la siccità affligge Israele, Elia chiede che i 450 sommi sacerdoti di Baal si riuniscano in cima al Monte Carmelo per mostrare la gloria del Signore. L’episodio è ben noto: si ordina un sacrificio di due tori, uno preparato dai sacerdoti di Baal, senza successo, dopo un intero giorno di invocazioni ai suoi dèi mentre Elia si prende gioco di loro.

Di notte, quest’ultimo ordina che il toro si prepari su una pira e si irrori abbondantemente con acqua, tre volte, al punto che si inonda tutto il luogo. Allora Elia si rivolge al Signore: “All’ora in cui si offriva l’offerta, il profeta Elia si avvicinò e disse: «Signore, Dio d’Abraamo, d’Isacco e d’Israele, fa’ che oggi si conosca che tu sei Dio in Israele, che io sono tuo servo, e che ho fatto tutte queste cose per ordine tuo. Rispondimi, Signore, rispondimi, affinché questo popolo riconosca che tu, o Signore, sei Dio, e che tu sei colui che converte il loro cuore!» Allora cadde il fuoco del SIGNORE, e consumò l’olocausto, la legna, le pietre e la polvere, e prosciugò l’acqua che era nel fosso” (1 Re 18, 36-38).

shutterstock_263678372.jpg
Roni Ben Ishay - Shutterstock

La vittoria del Dio di Israele sui pagani è schiacciante, la gente si pente dei propri peccati e torna al Signore. Il castigo è spietato per gli increduli, i 450 profeti di Baal vengono catturati e assassinati in un burrone e una pioggia densa cade sulla terra arida.

L’Ordine del Carmelo

Il potere di questo episodio biblico porterà molti secoli dopo, all’epoca delle crociate, alla nascita di un ordine monastico, quello dei Carmelitani.

Mount Carmel - Elijah
alefbet - Shuttersctok

I Carmelitani hanno costruito un monastero nel promontorio nord, dove uomini e donne avrebbero perpetuato la memoria del loro padre spirituale Elia. Nella cripta del monastero Stella Maris c’è una grotta che secondo la leggenda è stata il luogo di ritiro del profeta.

Teresa d’Avila, Giovanni della Croce, Elisabetta della Trinità, Teresa di Lisieux e molti altri membri dell’Ordine carmelitano hanno diffuso da allora questa ricca eredità biblica fino ai giorni nostri.

Tags:
bibbiacarmelitaniterra santa
Top 10
See More