Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 24 Febbraio |
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

Foto esclusive: Cristo nel cuore delle Montagne Rocciose

COLORADO, CHAPEL ON THE ROCK, ROCKY MOUNTAINS

Jeffrey Bruno

Jeffrey Bruno - pubblicato il 08/03/20

La chiesa più alta d'America, visitata e benedetta anche da Papa San Giovanni Paolo II

Non appena la tempesta ha avvolto la vetta del monte Meeker, questa è scomparsa, lasciando solo una po’ di neve bianca come prova che fosse mai esistita. L’atmosfera rapidamente mutevole è tipica della cima del monte alto quasi 1.200 metri, un minuto un incubo meteorologico e quello dopo un limpidissimo cielo blu. Scendendo di 1.500 metri verso l’aria più stabile della Cabin River Valley si trova un’ecosfera del tutto diversa: foreste di pini lussureggianti e piccoli ruscelli con aquile e falchi che sfruttano le correnti create dall’aria sottostante più calda… e una volta un giovane parroco con una grande idea.

Nel 1916, monsignor Joseph Bosetti e due studenti stavano facendo una scalata vicino al massiccio delle Twin Peaks, sulle Montagne Rocciose, cercando un luogo in cui costruire un campo estivo per ragazzi. Mentre riposavano al tramonto, vennero spaventati da un suono proveniente dal cielo, un meteorite che piombava a terra infrangendosi nella foresta vicina. I tre si diressero verso il luogo dello schianto. Entrando in una radura alla luce della luna, si imbatterono in una massiccia formazione rocciosa che ebbe un profondo effetto sul sacerdote, che ricordò il passo della Scrittura che dice “E anch’io ti dico: tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte degli Inferi non prevarranno” (Mt 16, 18). Tutto questo sarebbe stato l’ispirazione per uno sforzo ventennale che alla fine avrebbe portato a costruire una cappella nel luogo più improbabile d’America.

William McPhee, un boscaiolo locale, offrì a monsignor Bosetti la terra per costruire un campo adiacente alla “sua montagna”. Il campo aveva ben pochi elementi di comfort, ma è diventato il sogno di ogni ragazzo. Costruire capanne, spaccare la legna e fare trekking sui pendii del Long’s Peak, del Buchanan Pass e del sentiero di St. Vrain offriva un’esperienza avventurosa.

Una delle tradizioni più belle guidate da monsignor Bosetti è stata la Scalata di Mezzanotte. I campeggiatori si svegliavano a mezzanotte e iniziavano a salire verso il Twin Sisters Peak. All’alba veniva celebrata la Messa. All’apogeo, secondo l’archivista Larry Blonder, “un gruppo di 100 campeggiatori, a cui si univano membri della delegazione di nunzi, si facevano strada verso le Twin Sisters. Sulla cima venivano celebrate quattro Messe separate”.

Nel 1935 la proprieà venne acquistata da Oscar Malo e signora, che la donarono generosamente all’arcidiocesi di Denver. Come segno di ammirazione nei confronti di monsignor Bosetti, misero a disposizione i fondi per costruire la chiesa sulla vetta.

La cappella di Santa Caterina di Siena è nata nella roccia che la circondava. Spesso ci si riferisce a lei come a St. Malo o Cappella sulla Roccia, e trae il nome dalla madre della signora Malo, Catherine.

Negli anni successivi, la cappella è sopravvissuta a rigidi inverni, frane e incendi devastanti, e la sua perseveranza riflette bene il versetto biblico che ha ispirato la sua creazione.

Quando ha visitato Denver per la Giornata Mondiale della Gioventù, Papa San Giovanni Paolo II ha pregato nella cappella e l’ha benedetta, partendo poi per una scalata all’ombra del monte Meeker su un sentiero oggi chiamato St. John Paul II Memorial Trail.

Attualmente la piccola cappella di pietra si erge con orgoglio tra i pini e il paesaggio montuoso, e la sua croce di legno rappresenta la vetta spirituale a cui tutti aspiriamo.

“Il motivo per recarsi in montagna per fare campeggio è appunto campeggiare sui monti, studiarli nelle loro infinite modalità e comprendere i loro molteplici messaggi, le loro inesauribili rivelazioni, leggervi il passato remoto dell’universo e il destino ultimo del mondo; rendersi conto della nostra piccolezza di fronte al potere e alla magnificenza di Dio; emanciparci dalle vicissitudini fangose, viscide e soffocanti della vita cittadina e scambiarle per qualche boccata di puro ossigeno, che non può che dare un apporto incommensurabile alla salute del corpo e dell’anima. Non c’è niente come l’alpinismo, e non esiste troppa virtù”.
Monsignor Joseph J. Bosetti, fondatore del Camp St. Malo e della cappella di Santa Caterina.

La cappella si trova ad Allenspark, in Colorado (Stati Uniti), sulla Peak to Peak Scenic Byway/Rte. 7, ed è aperta ogni giorno dalle 10.00 alle 16.30. Per ulteriori informazioni, visitate la pagina di Camp St. Malo.

Tags:
chiesastati uniti
Top 10
See More