Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 03 Dicembre |
San Francesco Saverio
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

L’ingrediente segreto per essere un genitore efficiente

FAMILY

Shutterstock

Calah Alexander - pubblicato il 06/03/20

Se lottate per far rispettare le conseguenze delle varie azioni, questo articolo fa per voi

Non so se per voi è lo stesso, ma per me uno degli aspetti più difficili della genitorialità è la coerenza. Ho usato varie scuse nel corso degli anni, ma alla fine mi sono resa conto del fatto che stavo ignorando la ragione principale: odio vedere i miei figli subire le conseguenze.

Questo vale per tutti i genitori in un certo grado – nessuno di noi ama veder soffrire i propri figli, e la loro infelicità ci fa male. Ho capito, però, che evito di far rispettare le conseguenze delle varie azioni non tanto perché non voglio che soffrano, ma perché non voglio vederli mentre le subiscono. È più facile fare il buono che il cattivo, e visto che i miei figli sono cresciuti le conseguenze sono più difficili da tollerare, sia per me che per loro, perché le problematiche sono più serie.

Sto iniziando a vedere quando ho servito male i miei figli non essendo coerente quando i problemi erano più piccoli. Nello sforzo di rimettere la nave sulla rotta giusta mi sono messa sotto, stabilendo regole e conseguenze e poi seguendole senza riserve. Onestamente è stato un po’ brutale, ma posso vedere aspetti positivi che iniziano a gettare radici. I bambini sono più riflessivi e consapevoli, sono più rapidi nello svolgere i compiti in anticipo, e in occasioni molto rare hanno anche accettato una conseguenza senza mettersi subito sulla difensiva e contrattaccare.

È stato comunque difficile per tutti noi. Vorrei aver avuto avere la forza di carattere per affrontare le conseguenze da sempre di modo che non dovessero trovarsi di fronte a un cambio di regime, ma è meglio di niente. E allora scrivo questo articolo come un discorso di incoraggiamento a me stessa sul motivo per cui i genitori devono far rispettare le conseguenze ed essere coerenti, anche quando è difficile. Spero che non ne abbiate bisogno, ma se invece è così consideratelo la vostra guida di riferimento per quei giorni in cui vi viene veramente voglia di gettare la spugna.

1 La coerenza crea sicurezza

Essere coerenti a livello di aspettative, limiti e conseguenze dà ai vostri figli un senso di sicurezza. Non sono mai sorpresi da una conseguenza improvvisa, né tentati di scommettere sull’ipotesi che mettiate in atto una conseguenza un certo giorno. Conoscono i limiti, cosa fondamentale, perché li metteranno sicuramente alla prova. Hanno bisogno di farlo. Bambini e adolescenti provano continuamente a forzare i confini perché cercano di capire dove siano e dove si trovino loro in relazione ad essi. Il loro cervello cambia a un ritmo talmente rapido che hanno disperatamente bisogno della sicurezza di testare i confini e trovarli intatti. I loro capricci e atteggiamenti non comunicano sicuramente gratitudine quando cercano di infrangere un confine, ma non lasciatevi confondere da questo fatto. State dando loro una base su cui costruire la propria identità in futuro, e quindi tenete duro.


TEENAGER

Leggi anche:
“Sii amabile”: perché questo fastidioso consiglio dei genitori è così importante

2 La coerenza crea rispetto

Se c’è una cosa che i miei figli hanno imparato negli anni di disciplina vaga e incoerente è come discutere. Potrebbero far a gara con il miglior avvocato! Quello che non hanno imparato è il rispetto, soprattutto per l’autorità. Dopo tutto, hanno capito che possono fare le cose a modo loro in molte situazioni. Perché mai dovrebbero accettare una conseguenza? È comprensibile, ma è irrispettoso. Hanno imparato a caro prezzo, perché i loro insegnanti sono molto meno influenzabili della loro madre. I miei figli hanno avuto la fortuna di trovare insegnanti gentili ma fermi, le cui aspettative sono chiare e con conseguenze inflessibili, e li adorano. In realtà li adoro anch’io, perché mi hanno dato molti splendidi esempi da seguire. Il modo migliore per iniziare a insegnare ai miei figli ad essere rispettosi è modificare le mie aspettative e chiedere coerenza, in primo luogo a me stessa.

3 La coerenza insegna la responsabilità

Il weekend scorso ho avuto un “incontro ravvicinato” con tutti e cinque i miei figli. Li ho fatti sedere, li ho guardati negli occhi e ho detto loro che da quel momento in poi non avrei portato a scuola niente che avessero dimenticato – niente pranzo, niente compiti, niente violino, niente progetti in scadenza. Allontanandomi dalla tradizione, non mi sono lanciata in una lunga spiegazione sulla virtù della responsabilità, dicendo semplicemente che non l’avrei fatto, e che avrebbero dovuto subire le conseguenze a scuola e la perdita delle attività del fine settimana a casa nel caso di infrazioni ripetute. Quando hanno inevitabilmente iniziato a protestare, ho semplicemente alzato una mano dicendo “Questo non è un dibattito. Vi sto dicendo come stanno le cose, e non c’è da discutere”. Poi me ne sono andata. Incredibilmente, è come un’invasione degli ultracopri: i bambini mettono le cose in macchina la sera prima, si preparano i pasti e si lasciano dei promemoria… Si sono coinvolti attivamente nelle loro responsabilità, e non sono costretta a forzarli a rispettarle a malincuore. E volete sapere una cosa? Questa settimana nessuno ha dimenticato niente, cosa che non accadeva da settembre.

La prossima settimana, o quella successiva, quando dimenticheranno qualcosa, non esiterò sulle conseguenze. Dopo tutto, la responsabilità è un’abilità di cui avranno bisogno nella vita. È molto meglio impararla ora, quando la conseguenza è niente attività ricreative nel weekend, che da adulti, quando le conseguenze potrebbero essere molto più consistenti, al punto da cambiare loro la vita.

Tags:
coerenzaeducazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni