Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 29 Novembre |
Santa Caterina Labouré
home iconStorie
line break icon

Paolo Bonolis: prego e ricordo i defunti più cari anche se non credo in Dio

Tv2000-Youtube

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 05/03/20

Il popolare presentatore televisivo racconta la sua spiritualità su Tv2000: La sera, sempre, apro con le preghiere che mi hanno insegnato. Ho fatto le scuole dai preti, quindi m’hanno insegnato Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

«Sono una persona molto timida. Realmente, lo sono sempre stato. Sono timido soprattutto nell’esplicazione dei sentimenti e nell’incrociare gli altri».

Lo racconta Paolo Bonolis nella terza puntata del programma ‘Io credo’, andato in onda su Tv2000 (canale 28 e 157 Sky) lunedì 2 marzo, condotto da don Marco Pozza.

Tv2000-Youtube

“Ho un’anima esibizionista”

«Quando vedo gli entusiasmi – ha aggiunto Bonolis a Tv2000 – quando ci si incontra, io ho sempre un po’ di difficoltà. Perché non conosco. Lento pede, cominciamo a conoscerci e mi sta bene. Però mi piace il rapporto de visu: insomma, devo parlare con una persona per poterla comprendere. Sono sempre stato molto timido. Fin da ragazzino, nelle feste stavo nell’angoletto: stavo bono bono, lì, perché sono timido fondamentalmente».

Però, ha proseguito il presentatore, «ho anche un’anima di volontà di raccontare, e quindi esibizionista. E per permettere a questa anima esibizionista, che ha voglia di raccontare, di potersi esprimere, ho avuto la fortuna di incrociare questo lavoro. Perché ho la maschera del lavoro: mi sono riuscito a nascondere dove c’è più luce».




Leggi anche:
Carlo Verdone: quando sono avvilito, faccio una “telefonata” con Dio e mi sento meglio!

Le persone che non ci sono più

Bonolis nell’intervista a Tv2000 ha parlato anche del suo rapporto con Dio e la fede: «Non credo in Dio, non ho un oggettivo ‘credo’, mi fermo al ‘so’. La sera, sempre, apro con le preghiere che mi hanno insegnato (ho fatto le scuole dai preti, quindi m’hanno insegnato Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre). Apro con queste perché questo mi dà l’idea di poter aprire questa porta e rivolgermi con gratitudine e salutare tutte quelle persone che sono passate attraverso la mia vita e adesso non ci sono più. E le saluto, da mio padre a persone che ho incrociato per un attimo, ma evidentemente qualche impronta l’hanno lasciata, al punto che me le ricordo ancora e le saluto prima d’addormentarmi. Tutto qua».

“Esploro le persone che ho di fronte”

Uno dei presentatori più conosciuti nel panorama italiano televisivo si è raccontato ai microfoni di Tv2000 a viso aperto: «Volevo esplorare il mondo» poi, «sinceramente, s’era esplorato praticamente tutto. Mentre un luogo sempre esplorabile, eternamente in mutazione, è quello della persona che hai di fronte. La persona che hai di fronte è sempre un territorio nuovo e mi piace l’idea, nelle trasmissioni che faccio, di incrociare persone sempre differenti».

Il sorriso

Infine un pensiero sul sorriso definito da Bonolis come «il miglior antibiotico all’esistenza: quando riesci a sorridere o a ridere, di qualunque cosa, non in continuazione (sennò sei rimbambito), se riesci a farlo con serenità, stai concedendo – a te stesso, a chi sta intorno e alla vita stessa – parecchia luce».


Bonolis e Uan

Leggi anche:
Bonolis & Manson: il diavolo passa dalla televisione?

Tags:
diofedepreghieraspiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
FIRST CENTURY HOUSE AT THE SISTERS OF NAZARETH SITE
John Burger
Archeologo britannico pensa di aver trovato l...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Pape François audience
Gelsomino Del Guercio
"Benedizione Urbi et Orbi del Papa". Attenti,...
Amy Brooks
5 ragioni per cui indosso la Medaglia Miracol...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni