Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 01 Dicembre |
Beato Charles de Foucauld
home iconStile di vita
line break icon

Cosa vi portereste in quarantena?

QUARANTINE

Shutterstock | nikkimeel

Dolors Massot - pubblicato il 27/02/20

Consigli se ci si deve isolare per il coronavirus

La classica domanda “Cosa ti porteresti su un’isola deserta?”, o “Cosa salveresti se scoppiasse un incendio in casa tua?” ci sembrava una fantasia, una cosa che non si sarebbe mai verificata, ma la comparsa del coronavirus ha fatto scattare gli allarmi, e in alcuni casi è necessario il confino in casa o nel luogo in cui ci si trova (ospedale, nave, hotel…).

La quarantena ci obbliga a fermarci.

Avete pensato a come affrontereste questa misura nel caso in cui vi vedeste costretti ad applicarla? Ecco qualche idea:

1 Guardate il lato positivo

La quarentena è un cambio di progetti che sicuramente non ci piace perché ci impedisce di spostarci, ma prendetela come un’opportunità per dedicare del tempo a quello che spesso avreste voluto fare senza riuscirci per mancanza di ore: sistemare la casa, dedicarvi ai lavori manuali, leggere, conversare con la famiglia o con gli amici (anche se per videochiamata)…

Trasformate ciò che è ordinario in straordinario (una presentazione del cibo diversa, ad esempio), e quello che è straordinario in ordinario (affrontate la paura del coronavirus normalizzando la situazione e senza allarmismi).

KONDO
Shutterstock | New Africa

2 L’ordine

La quarentena è il perfetto “momento Marie Kondo”. Quale migliore occasione per riordinare la casa, a cominciare dalla stanza che ne ha più bisogno? Prima di dovervi isolare, guardate se avete bisogno di materiale come scatole o borse.

Possiamo anche fare ordine virtuale: eliminate e classificate le e-mail, ordinate le centinaia o migliaia di fotografie che avete, e soprattutto liberatevi di ciò che è in eccesso. È un modo per essere ecologici in Internet, e non sarà mai così facile.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
coronavirusquarantena
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
LOURDES
Il Cattolico
Novena preparatoria all'Immacolata Concezione...
ANGEL
Philip Kosloski
A cosa assomigliano i nostri angeli custodi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni