Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 25 Luglio |
San Charbel
home iconFor Her
line break icon

I bambini e il nuovo Coronavirus: cosa c’è da sapere

Quinn Martin | Shutterstock

Ospedale Bambino Gesù - pubblicato il 26/02/20

La risposta immunitaria dei più piccoli è diversa da quella degli adulti: nella maggioranza dei casi se contraggono il virus il decorso non è complicato.

Di Patrizia D’Argenio e Maia De Luca

I Coronavirus (CoV) costituiscono un’ampia famiglia di virus respiratori responsabili di sintomi variabili, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie gravi come la MERS
(sindrome respiratoria mediorientale, Middle East respiratory syndrome) e la SARS (sindrome respiratoria acuta grave, Severe acute respiratory syndrome).
Il COVID-19 è un nuovo ceppo di Coronavirus, mai identificato nell’uomo prima delle segnalazioni a Wuhan in Cina, nel dicembre 2019. L’attuale epidemia da COVID-19 rappresenta oggi una grande sfida per la sanità pubblica globale. Qui i numeri aggiornati del contagio. Non sono segnalati casi pediatrici in Italia.


FEVER

Leggi anche:
Coronavirus: quali sono i sintomi?

I bambini e il nuovo Coronavirus

Tutti i bambini diagnosticati ad oggi in Cina, più di 20, di età inferiore a 15 anni, hanno presentato un decorso non complicato. In tre casi è stata segnalata una polmonite. La maggior parte erano bambini che erano entrati in contatto con familiari infettati dal COVID-19 nelle 2 settimane prima della comparsa dei sintomi. Ad oggi non si sono registrati casi di morte nei bambini con infezione da COVID-19.
I bambini sono meno colpiti dall’infezione da COVID-19 perché probabilmente hanno una risposta immunitaria diversa e un andamento benigno rispetto all’adulto. Inoltre i comportamenti di prevenzione adottati dagli adulti potrebbero funzionare da barriera protettiva nei confronti dei piccoli.

Come si diffonde l’infezione

I Coronavirus sono comuni in molte specie animali (come i cammelli e i pipistrelli), ma in rari casi possono infettare l’uomo. Una volta trasferita all’uomo, l’infezione può essere trasmessa da persona a persona. La via di trasmissione più frequente è quella respiratoria. Rara quella da superfici contaminate, dove il virus sembra degradarsi rapidamente. Le malattie respiratorie normalmente non si trasmettono con gli alimenti, se si rispettano le comuni norme igieniche. Secondo i dati attualmente disponibili, le persone che hanno sintomi sono la causa
più frequente di diffusione del virus.
L’OMS considera non frequente la trasmissione del COVID-19 prima che si sviluppino sintomi. Il periodo di incubazione varia tra 1 e 12 giorni con una media di 5-6 giorni; 14 giorni rappresentano il limite massimo di precauzione.


KIDS, PROTECTIVE, MASKS

Leggi anche:
Coronavirus: la paura è pessima consigliera

Il trattamento

Non esiste un trattamento specifico per l’infezione da COVID-19 e al momento non sono disponibili vaccini. Il trattamento è mirato a controllare i sintomi del paziente e la terapia di supporto può essere molto efficace. Terapie specifiche sono in fase di studio.

CORONAVIRUS, SCHEMA
Ospedale pediatrico Bambino Gesù

QUI IL LINK AL MAGAZINE MULTIMEDIALE A SCUOLA DI SALUTE A CURA DEL BAMBIN GESU

Tags:
bambinisalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
5
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
6
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
7
PILGRIMAGE,ROME
Giovanni Marcotullio
Lo stato della questione sulla Messa in “rito antico”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni