Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Aleteia logo
home iconStorie
line break icon

Dopo 4 aborti e la lontananza da Dio, oggi è una donna pro-vita

MARIBEL CAMACHO

Gentileza

Lucía Chamat - pubblicato il 25/02/20

Anche sua madre ha vissuto una forte crisi emotiva, dopo la quale ha trovato la stada che porta a Dio attraverso la Santissima Vergine, e oggi è consacrata a Maria insieme ai suoi due figli.

Anche se Maribel ha avuto una ricaduta nella dipendenza e la sua famiglia ha superato forti prove, come il tumore all’utero da cui il Signore l’ha guarita di recente, mano nella mano con Dio continua a rafforzarsi nel cammino spirituale: “Attualmente vivo con mia madre e mio fratello. Con mio padre ho un buon rapporto, mi sostiene in molte cose anche se non le capisce, e so che Dio gli donerà la conversione totale. Ci siamo dedicati ad amarci e perdonarci”.

Una donna pro-vita

A 43 anni, senza figli, Maribel dice di portare nell’anima il dramma dell’aborto e di sperimentare un vuoto interiore che solo Dio può riempire: “Le conseguenze durano probabilmente fino al giorno della morte, e anche se Dio mi ha perdonata, è stato più difficile perdonare e amare me stessa. Non smetto di pensare che il mio primo figlio oggi avrebbe quasi 28 anni e di sognare gli altri tre bambini che non ho fatto nascere”.

L’altro modo che ha trovato per guarire, e soprattutto per riparare, è il servizio: oggi è una donna pro-vita che lavora per il movimento 40 Giorni per la Vita. “La mia vita ruota intorno ad altre donne in crisi per la gravidanza che pensano di trovare nell’aborto una risposta a quello che considerano un problema”, spiega, e per questo si dedica a orientare le mamme che, come ha fatto lei, pensano che l’aborto sia la soluzione.

Anche se è molto doloroso rivivere la sua sofferenza, è convinta che ne valga la pena se con la sua testimonianza si salverà la vita di un bambino, e per questo racconta alle donne quello che non viene mai detto loro nelle cliniche abortive: “Non sono cellule che si stanno ‘sistemando’, è una vita a cui metteranno fine con procedure aggressive che lasciano anche gravi conseguenze nelle mamme, come la depressione, l’ira o il senso di colpa, a cui nel mio caso ho voluto trovare una via d’uscita con le droghe e l’alcool”.

Maribel ha iniziato assistendo alle veglie che 40 Giorni per la Vita organizza due volte all’anno di fronte agli ospedali e alle cliniche per l’aborto, e attualmente partecipa a varie attività di questo apostolato, incluse manifestazioni e richieste ai tribunali per lottare contro la fine dell’aborto in Colombia.

COLOMBIA
Gentileza

Contro l’aborto libero

Nei prossimi giorni, la Corte Costituzionale dovrebbe pronunciarsi di fronte a una richiesta dell’avvocato Natalia Bernal, che ha chiesto di far cadere le tre causali in base alle quali si può abortire in ogni momento della gravidanza e rendere questo fatto un crimine in tutti i casi.

In modo extraufficiale si è diffusa la notizia per cui la relazione del magistrato sul tema non accoglierebbe le basi pro-vita, e al contrario proporrebbe l’aborto libero fino alla 16ma settimana di gestazione, il che ha suscitato una forte risposta da parte di milioni di Colombiani che difendono la vita dei bambini non nati.

Questa possibilità ha motivato dei pronunciamenti della Chiesa cattolica e delle Chiese cristiane, così come di milioni di cittadini attraverso reti sociali e mezzi di comunicazione, accompagnati da marce pacifiche, catene di preghiera, recita del Santo Rosario e atti di riparazione per tanti bambini abortiti, affiancati dai 40 giorni di preghiera che inizieranno il 26 febbraio, Mercoledì delle Ceneri, e si estenderanno durante tutta la Quaresima in 43 città colombiane.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
abortocolombia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
6
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni