Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 01 Febbraio |
Beata Anna Michelotti
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Cos’ha di buono il Carnevale?

CARNIVAL

Shutterstock | Bosnian

Salvador Aragonés - pubblicato il 24/02/20

Nel mondo sono iniziati i festeggiamenti per il Carnevale, la settimana che precede la Quaresima. Sono feste variabili, del calendario lunare, come la Quaresima cristiana, caratterizzate da sfilate, carri, balli, canti e travestimenti. Le strade si riempiono di colore, e i genitori vestono i figli con abiti variopinti. Il Carnevale si celebra in strada, tra feste e allegria.

Le feste di Carnevale si celebrano in tutto il mondo, in particolare in Europa, America Latina e Africa. Il Carnevale di Venezia è famoso, ma oggi quelli più noti sono quelli brasiliani e di altri Paesi sudamericani che mescolano le tradizioni portate dai conquistadores spagnoli e portoghesi alle tradizioni africane, degli schiavi portati in America.

Le feste del Carnevale non sono uguali in tutti i luoghi, né iniziano nello stesso giorno. In Francia iniziano il “mardi-gras” (martedì grasso), in Italia il “giovedì grasso”, in Spagna nel “jueves lardero”, in cui si mangiano carne e soprattutto insaccati grassi, tipici di queste giornate.

Oggi c’è chi celebra il Carnevale mangiando e bevendo in eccesso, e prendendosi gioco della religione. Come tutte le feste popolari, però, il Carnevale apporta anche cose positive.

Quali sono gli aspetti positivi del Carnevale?

Cosa possiamo imparare nelle feste di Carnevale? Come vivere in famiglia queste feste? Cosa raccontare ai figli dei travestimenti e della festa?

In questa galleria esponiamo 6 aspetti positivi che può apportare il Carnevale.

Creatività

Uno degli aspetti più vistosi è sicuramente la creatività per le strade, con i carri, i travestimenti e le coreografie. È un’arte, l’arte del travestimento e dell’abbellimento delle vie.

CARNIVAL
Shutterstock | Vergani Fotografia

Convivenza

Quelle carnevalesche sono feste a cui partecipano tutti, e tutti si mescolano nelle strade. I travestimenti fanno sì che non si distinguano le origini sociali delle persone, perché siamo tutti uguali. Si coltiva quindi l’amicizia, non solo nelle feste, ma anche nei loro preparativi.

KIDS,MARDI GRAS,CARNIVAL
U.S. Air Force photo by Kemberly Groue | CC0

Allegria, balli e musica

Un Carnevale senza allegria non è Carnevale, ma un’altra cosa, un’altra festa. L’allegria si manifesta in quasi tutti gli aspetti del Carnevale, soprattutto nelle danze e nella musica. Principalmente in America Latina, i musicisti creano canzoni e brani specifici per il Carnevale, in genere allegri e ballabili, anche se non mancano le canzoni malinconiche.

L’arte nella musica e nella coreografia

AMBATO
Facebook-FiestasdeAmbatoFFF

Accanto alle canzoni allegre ci sono anche quelle satiriche, perché satira e sarcasmo, fatti con umorismo, sono anch’essi ricchi di arte e bellezza. Famosi sono i brani di questo tipo di Cadice (Spagna), con gruppi di amici che si uniscono per cantare proprio a Carnevale, perché il Carnevale non si può vivere da soli, va vissuto in compagnia.

Ricette di Carnevale

WEB 3 CARNIVAL FOOD
PIXABAY

Nella maggior parte dei casi si tratta di dolci. In Italia spopolano frappe, chiacchiere e castangole, in Spagna orejas, cocas de chicharrones, sopas de miel, torte, buñuelos e cuajada, in Finlandia i Laskiaispulla, in Gran Bretagna il martedì prima di Carnevale è il cosiddetto Pancake Day. In Francia si mangiano i beignets, in Germania i Berliner Pfannkuchen, in Russia i blinis, noti in tutti i Paesi slavi.

In Brasile il piatto più tipico è salato, la feijoada, a base di fagioli neri, carne di maiale e agrumi. È un piatto che apporta molta energie e permette di ballare per molto tempo.

A Cuba o a Miami sono popolari il riso con pollo o le tortine di riso, a New Orleans le King cakes, degli anelli di pane intrecciato dai colori vivaci.

Promozione dell’economia

CARNIVAL
Shutterstock | Albert Pego

Il Carnevale promuove anche l’attività economica, come il turismo e gli investimenti per l’organizzazione degli eventi, creando ricchezza nei Paesi e nelle città che sono riuscite a rendere più famoso il proprio Carnevale. È il caso del Brasile e anche del Messico, che accoglie molti turisti provenienti dagli Stati Uniti.

È chiaro che il Carnevale non è una festa religiosa, ma pagana, ma possiamo imparare a viverla con allegria, divertimento, amicizia e palato fine.

Tags:
carnevale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni