Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I benefici per la salute del digiuno e dell’astinenza dalla carne

Condividi

È davvero sana la raccomandazione quaresimale della Chiesa?

In Quaresima, la Chiesa ci raccomanda di digiunare il Mercoledì delle Ceneri e il Venerdì Santo, oltre che di astenerci dal mangiare carne tutti i venerdì, ma questa raccomandazione comporta dei rischi per la salute o fa bene?

Per cominciare, parliamo di due termini diversi, digiuno e astinenza.

I benefici del digiuno

Ricordiamo che il digiuno raccomandato dalla Chiesa consiste solo nel consumare pasti frugali se si è una persona sana tra i 18 e i 60 anni, e solo in quei due giorni.

Ci sono tuttavia fedeli che optano per un digiuno radicale, che consiste nel bere solo acqua o al massimo nel mangiare un po’ di pane per più giorni, come modo di esprimere la propria religiosità. Questa pratica più radicale ha una tradizione millenaria, ed è presente in quasi tutte le religioni.

Mosè e Gesù stesso hanno digiunato per 40 giorni. Il Ramadan musulmano impedisce di mangiare qualsiasi cosa nelle ore di sole per 30 giorni, e il Mahatma Gandhi praticava regolarmente il digiuno, solo per fare qualche esempio.

A livello medico, si considera digiuno l’ingestione di meno di 300 calorie al giorno e il nutrirsi solo di liquidi. Quando svolgiamo un digiuno prolungato o intermittente, volontario e controllato, il nostro corpo inizia a consumare le riserve, il che può essere una pratica molto salutare se si fa con buonsenso e prudenza.

Nella maggior parte delle società occidentali si mangia più di quello di cui il corpo ha davvero bisogno, e questo provoca non solo obesità, ma anche un sovraccarico di lavoro per il nostro organismo. Quando il nostro corpo non lavora per operare la digestione, l’organismo si dedica alla “pulizia”, cosa positiva perché:

  1. Elimina tossine
  2. Migliora l’equilibrio corporeo
  3. Aiuta ad abbassare il colesterolo
  4. Aiuta il sistema immunitario
  5. Ci sono studi che dimostrano che può essere positivo per il dolore cronico e le malattie reumatologiche e infiammatorie.

Se terminano le riserve corporee, però, il corpo si squilibra, e la situazione inizia a intaccare organi come fegato e reni. È per questo che se optiamo per un digiuno radicale per molti giorni dobbiamo prima assicurarci di essere in salute, e poi ascoltare il nostro corpo e iniziare a mangiare quando cominciamo a sentire nausee, mal di testa o irritabilità.

I benefici dell’astinenza della carne

Ricordiamo che la Chiesa raccomanda di astenersi dalla carne solo nei venerdì di Quaresima, mentre in quelli del resto dell’anno la cosa può essere sostituita da un’opera di pietà o di carità da parte di tutti coloro che hanno più di 14 anni.

Lo scorso anno, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha diffuso un rapporto in cui consigliava di ridurre il consumo di carne rossa come misura per prevenire il cancro al colon-retto. È l’ultimo dei tanti studi che dimostrano come mangiare troppa carne rossa sia dannoso per il cuore e possa provocare lo sviluppo di alcuni tumori.

La carne apporta però molti nutrienti, come le proteine, i nutrienti essenziali del ferro, le vitamine A e B, ferro, zinco e acidi grassi essenziali. Per questo, se decidiamo di diventare vegetariani e di smettere di consumare carne dobbiamo farlo insieme a un bravo nutrizionista che ci indichi quali altri alimenti possono apportarci questi nutrienti.

Bisogna anche tener conto del fatto che l’eliminazione totale della carne dalla nostra dieta può provocare acetosi e alterare il fegato, anche se si è dimostrata efficace come forma per ridurre rapidamente – e in modo poco sano – il peso.

Nelle società occidentali si mangia troppa carne, soprattutto rossa e processata, e questo provoca la formazione del colesterolo, motivo per il quale la sua riduzione favorirà la nostra salute in generale. Eliminarla dalla dieta una volta a settimana e sostituire le sue proteine con quelle vegetali o del pesce sarà sicuramente positivo per la nostra salute.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.