Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

10 cose che ho imparato grazie ai miei cinque figli

BIG,FAMILY,PORTRAIT,KIDS
Shutterstock
Condividi
Al giorno d’oggi le famiglie numerose non sono di moda. Ogni volta che dico di avere cinque figli ricevo espressioni di stupore quando non di disapprovazione.

Non manca mai qualcuno che dica “Siete pazzi”, al che rispondiamo sempre di sì, perché bisogna davvero essere un po’ folli per avventurarsi nel mondo delle famiglie numerose.

8 mesi fa è nata la mia quinta figlia, accompagnata da una gioia indescrivibile. Nonostante la paura dell’ignoto, sembra che sia arrivata per confermarci che in questa famiglia le era da sempre stato riservato un posto, solo che ci ha messo un po’ di più ad arrivare.

Vorrei raccontarvi alcune delle cose che hanno aiutato la nostra famiglia nel processo di apprendimento.

NEWBORN
By Dragana Gordic | Shutterstock

1 L’ora di andare a dormire è fondamentale

I bambini hanno bisogno di riposare per crescere, e i genitori hanno bisogno di un po’ di tempo da trascorrere da soli per “collegarsi”, e per questo l’ora per andare a letto non è negoziabile. Ci assicuriamo che i bambini abbiano il riposo necessario e noi genitori possiamo conversare con calma, vedere un film o terminare tranquilli qualsiasi compito pendente.

Questo richiede una disciplina quasi militare, perché si incontrano sempre delle resistenze, ma vale la pena di insistere.

© luminaimages/SHUTTERSTOCK

2 Indipendenza non significa abbandono

Fondamentale nell’educazione è far sì che l’educando se la sbrighi un po’ da solo, e quando si hanno molti figli diventa imprescindibile. Ciò non vuol dire abbandonare i bambini alla propria sorte, ma accettare che una parte importante del loro sviluppo è imparare a fare le cose da soli, e che è vitale essere lì per insegnarglielo.

MOTHERHOOD
Monkey business images - Shutterstock
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni