Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconChiesa
line break icon

Casa per casa: la messa “itinerante” di don Alfredo Levis

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 14/02/20

Il parroco, per limiti di età diventato collaboratore parrocchiale, è stato l' "inventore", in provincia di Belluno, di un nuovo modo di far avvicinare le famiglie indigenti a Cristo

Sono tanti i parroci di montagna che d’inverno vanno a celebrare la Messa in casa di anziani o ammalati, in continuo aumento. Come a Sospirolo e Gron, nel Bellunese, 3mila abitanti, sparsi in 10 frazioni. Così ha fatto per anni don Alfredo Levis, per motivi d’età diventato da pochi mesi collaboratore pastorale a Cadola, Col di Cugnan e Quantin.

Youtube

«Voglio star loro vicino e farli sentire importanti, in un mondo difficile da capire e che li emargina ogni giorno di più, li affida a badanti che magari non capiscono il dialetto, e faticano a comunicare: per questo ho bussato io con l’Eucaristia alla porta delle case. Le persone sono persone sempre, indipendentemente dall’età. Sono grandi per la fede – evidenziava don Levis – Quand’è possibile, anche con i vicini, ci sediamo attorno al tavolo della cucina e leggiamo la Parola di Dio. Tutti mi dicono: ‘Che bello, venga ancora!’. Essere prete significa vivere il Vangelo con lo spirito di Gesù e trovarmi in mezzo alla mia gente come ha fatto Lui».

«Che il parroco sia venuto a celebrare nelle case è meraviglioso – spiegava una parrocchiana – Ho 88 anni e mio marito è malato, ma è importante poter continuare a vivere l’Eucaristia. Ci dà una forza veramente grande, ci aiuta nelle prove e illumina la vita» (Agensir, 16 dicembre 2017). 




Leggi anche:
5 spunti per vivere la messa come una festa per gli occhi e il cuore

Missionario in Costa d’Avorio

Il fondatore della “messa itinerante” nel bellunese affermava qualche tempo fa al Corriere delle Alpi,che «è mia abitudine celebrare la funzione religiosa presso le persone che non possono raggiungere i luoghi della comunità». Un’esperienza come missionario, che è maturata a Sakassou, in Costa d’Avorio, dal 1985 al 1989.

Le 13 cappelle

Dunque, per don Alfredo andare a celebrare messa in casa «è una cosa normalissima. Anche altri parroci lo fanno», osservava all’Ansa. Quando svolgeva questa funzione celebrava ogni giorno la messa in una delle 13 cappelle presenti nella sua parrocchia, in corrispondenza di altrettante frazioni. «Questo nei giorni feriali, perché la funzione domenicale e nei festivi si svolgeva nella chiesa parrocchiale».

Anziani e ammalati

Nei mesi invernali, concludeva don Alfredo, «fa freddo e quindi ci sono persone, specie anziani e ammalati, che non possono seguire il rito religioso, non possono ricordare con una messa i loro cari. Io sono disponibile a celebrare le funzioni nelle loro case». Un messaggio in linea con quello che lanciò durante la sua prima omelia, nel 2008, appena insediatosi a Sospirolo, sottolineando la necessità di «conoscere le situazioni di povertà, i luoghi della sofferenza e del disagio».




Leggi anche:
È lecito celebrare la Messa in casa?

Tags:
Messapastoraleprete
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni