Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 09 Maggio |
Santa Louise de Marillac
home iconCultura
line break icon

Corto animato “Daughter”: so che mi ami, anche se non sei mai stato capace di dirmelo

Catholic Link - pubblicato il 13/02/20

di Silvana Ramos

Comunicare non è mai stato facile. È molto più complesso del fatto di parlare la stessa lingua. Daughter (Figlia), cortometraggio nominato agli Oscar 2020 diretto da Daria Kashcheeva, ci presenta una storia di dolore che ci risulta familiare.

Nella dinamica dell’amore, ricevere è in genere molto più complicato di dare. Implica la sottigliezza di conoscere l’altro e accoglierlo completamente. È un compito che richiede tempo.

I bambini sembrano essere giunti in questo mondo con l’unica necessità di sentirsi amati, in modo incondizionato. Le ferite dell’infanzia sono difficili da superare nell’età adulta, e si superano quando si scopre l’amore, si perdona, si capisce, quando si viene amati e finalmente si riesce ad amare.

Ecco il trailer. Potete vedere il cortometraggio completo a questo link (è il terzo video).

Ferite aperte

Il corto ci parla di queste ferite, di quanto possono essere state difficili le relazioni con i nostri genitori da piccoli, della solitudine e dell’incomprensione sperimentate, della voglia di poter dire ed esprimere tante cose e di non poterlo fare. Allo stesso tempo, però, ci parla dell’altro lato, del lato di un padre anche lui ferito, che non comprende, che si sforza di amare senza sapere come esprimerlo. Si amano, ma non sanno come comunicarselo.

Quando arriviamo all’età adulta, spesso siamo accompagnati non solo dal dolore, ma anche dal rancore e dall’autocompassione che le ferite subìte ci hanno lasciato. Sembrerebbe che siamo rimasti attaccati a un momento della nostra vita (il momento del dolore e della solitudine) senza riuscire a vedere oltre.




Leggi anche:
Questo cortometraggio ci mostra cosa vuol dire perdonare se stessi

Un segno per capire che siamo stati sempre amati

Quanto sarebbe bello se come nel corto riuscissimo a trovare un segno che ci facesse capire che siamo stati sempre amati! Che quel momento che non riusciamo ancora a dimenticare non è mai esistito, o che c’è stato qualcuno lì che soffriva con noi e che ci amava! Quanto sarebbe bello se riuscissimo a curare quelle ferite con la stessa persona che le ha provocate! Magari tutto avesse un finale felice, riconciliato…

Esiste sempre questa possibilità, e anche se sembra che stia dicendo che bisogna aspettare la morte per essere felici, non è sicuramente così. Il regalo più bello che Dio ci ha fatto oltre all’esistenza stessa è il fatto di poter scegliere.

  • 1
  • 2
Tags:
amorecortometraggifigli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni