Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Il messaggio di Bugo dal festival di Sanremo: la Bibbia è fantastica, ispira le mie canzoni

Condividi

E sempre dal palco dell’Ariston i Pinguini Tattici Nucleari ricordano di aver iniziato con la musica…in chiesa e in oratorio!

Clima “cristiano” sul palco sanremese. Bugo, al secolo Christian Bugatti, cantautore e attore, che canta in coppia con Morgan,Sincero“, e che uscirà il 7 febbraio con un album che porta il suo nome, in passato ha dedicato diversi brani alla ricerca spirituale, come evidenzia Avvenire (6 febbraio).

Youtube

Dai salesiani di Cerano

Bugo, classe 1973, originario dell’hinterland milanese racconta di aver fatto «il chierichetto per cinque anni dai salesiani di don Bosco a Cerano, il mio paese – dice Bugo – dato che i miei genitori lavoravano tutto il giorno e mi lasciavano all’oratorio. Un periodo bellissimo…»

«Sicuramente – prosegue – da me non sentirete mai una canzone contro i preti perché parlar male della Chiesa è troppo facile, non mi piace, non è nel mio stile – aggiunge sincero come la sua musica – Ogni tanto li critico perché non è che la Chiesa è tutta a posto. Però credo che l’aspetto divino sia molto umano. E’ un argomento molto complicato, ma è un qualcosa con cui voglio avere a che fare».

“Il divino è talmente forte…che fa paura”

Bugo è un appassionato lettore della Bibbia, che gli ha ispirato diversi brani da Lamentazione n. 322 a Sulla scala a salire: «Dal punto di vista strettamente letterario la Bibbia secondo me è un testo fantastico. Ci sono delle immagini bellissime. Ci sono stati dei discografici che mi hanno anche sconsigliato di parlarne perché dichiararmi cattolico è un argomento che può crearmi dei “nemici” o creare dei pregiudizi. Ma io faccio come mi pare. Mi va di parlare perché mi sembra un argomento tabù, ma perché mai? Forse perché il divino è una cosa talmente forte che si spaventano ».

https://www.youtube.com/watch?v=6OyO_h-tCJ8

I Pinguini Tattici Nucleari

Non si spaventano delle loro origini, pur essendone ormai lontani ammettono, i Pinguini Tattici Nucleari, gli antidivi amatissimi dai ragazzi, capaci riempire i palasport (il tour al via da Pordenone il 27 febbraio, Milano già sold out) solo col tam tam, e che all’Ariston sono in gara con “Ringo Starr”.

I 6 ventenni (Riccardo Zanotti, Elio Biffi, Nicola Buttafuoco, Matteo Locati, Simone Pagani e Lorenzo Pasini) arrivano da diversi paesi della bergamasca ed hanno tutti avuto in precedenza esperienze di musica fatta in oratorio.

“Dalla chiesa al meta”

«Uno spazio aggregativo importante – osservano i Pinguini Tattici – la nostra prima sala prove era lì. Agli inizissimi cercavamo un repertorio comune, l’unico che avevamo era il repertorio di chiesa o quello dei cartoni animati, e poi a tutti piaceva il metal. Così abbiamo cominciato a fare delle cover delle canzoni ecclesiastici in metal, cosa che oggi non consiglierei di ascoltare…».

https://www.youtube.com/watch?v=wUKv1sdpSK0

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni