Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 09 Maggio |
Santa Louise de Marillac
home iconSpiritualità
line break icon

L’arcangelo Gabriele e il rosario delle “sette allegrezze” di Maria

SAINT GABRIEL

Leonardo da Vinci | Raffaele pagani | CC BY-SA 4.0

Una rappresentazione dell'arcangelo Gabriele.

don Marcello Stanzione - pubblicato il 05/02/20

"Tu soffri con Maria, rallegrati anche con me! Mai ancora tu hai recitato la corona in onore delle sette Allegrezze di Maria. Recitala dunque"

Un giorno, mostrandosi alla mistica Mechtild Thaller, l’angelo Gabriele le dice:

Tu soffri con Maria, rallegrati anche con me! Mai ancora tu hai recitato la corona in onore delle sette Allegrezze di Maria. Recitala dunque! Questo rosario è una sorgente di grandi gioie spirituali per tutti quelli che lo recitano, esso dona una grandissima gioia alla Regina dei Cieli. Fanne parte anche ai tuoi amici spirituali. Salutali in nome di Gesù e dici loro che la mia Regina li ama molto, che ella veglia su di essi incessantemente, perché essi diffondono il mio culto e quello di tutti gli angeli, il che è, per la Regina degli Angeli, la causa di una gioia che non si saprebbe esprimere”.

Egli sa di che parla: la leggenda francescana del rosario delle sette allegrezze di Maria lo fa intervenire direttamente, riportata nel “Leggendario francescano, istorie de Santi, Beati, Venerabili ed altri Uomini”. 

RELIGIOUS ARTWORK
Wikipedia CC

Il segreto di Fra Giacomo

Nel XV secolo, fra Giacomo, novizio presso gli osservanti del borgo di Sansepolcro (Arezzo), attraversa una crisi spirituale. Oh, non grande cosa, ma allora basta un nulla per strappare una vocazione. Giovane pastore, egli aveva sempre avuto l’abitudine di ornare le immagini della Madonna con delle corone di fiori campestri che intrecciava guardando i suoi montoni. Egli non ne ha oramai più il tempo, né l’occasione, le rose del chiostro conventuale essendo riservate dal frate giardiniere agli altari della cappella.

Un giorno che egli se ne lamenta davanti alla statua della Vergine. Allora l’angelo Gabriele gli appare e gli insegna come onorare, con la recita delle sette decine – un Pater e dieci Ave – le allegrezze di Maria: tale è la corona più gradita alla Madre di Dio. Tutto allegro, il fraticello fa sua questa devozione, e la pace ritorna nella sua anima. Poco dopo, nel mentre che egli prega in questo modo, il maestro dei novizi entra all’improvviso nella sua cella e lo vede inginocchiato: un angelo in piedi ai suoi fianchi intrecciante una corona di rose e di gigli legati da un filo d’oro, che egli gli posa finalmente sulla testa. Fra Giacomo è obbligato a rivelare il suo segreto, e la devozione si propaga così nella comunità, poi negli altri conventi della provincia delle Marche (Sansepolcro si trova al confine tra Toscana, Marche e Umbria ndr).




Leggi anche:
5 lezioni di “femminismo” che la Madonna ha dato all’Arcangelo Gabriele

I tre religiosi e l’angelo

Alcuni anni più tardi, essendosi un novizio impegnato per voto a recitare prima di ogni pasto la preghiera del fraticello – chiamato da allora Fra Giacomo Della Corona – si accorge nel momento in cui egli entra in refettorio che non l’ha ancora detta. Chiede al padre guardiano l’autorizzazione a recarsi nel coro per riparare alla sua dimenticanza; il superiore vi acconsente, ma, prolungandosi l’assenza, invia un religioso a cercare il novizio. Non ritornando questo, ne invia un secondo, che non riappare anche lui, poi un terzo.

Siccome la comunità manifesta qualche impazienza, poiché il pasto si raffredda, va lui stesso a vedere cosa accade: i tre religiosi sono inginocchiati in estasi, contemplando l’angelo Gabriele impegnato a raccogliere le rose ed i gigli che escono dalla bocca del fraticello ed a intrecciarne con un filo d’oro una corona, che egli finisce col deporre sulla testa della statua della Vergine.


teresa musco, mystician,

Leggi anche:
I messaggi della Madonna e dell’arcangelo Gabriele alla mistica Teresa Musco

Tags:
angelimadonna
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni