Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 16 Giugno |
Santi Quirico e Giulitta
home iconSpiritualità
line break icon

Non viviamo la fede con ansia: la grazia agisce nonostante noi

PRAY

Nattapat.J|Shutterstock

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 31/01/20

Anche quel poco che riusciamo a fare, se lo facciamo con fede, anche se è solo un granello ha un valore immenso: crescerà, perché la Grazia di Dio supera ogni nostra consapevolezza, ogni nostra piccolezza e agisce nonostante noi.

In quel tempo, Gesù diceva alla folla: «Il regno di Dio è come un uomo che getta il seme nella terra; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce; come, egli stesso non lo sa. Poiché la terra produce spontaneamente, prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga. Quando il frutto è pronto, subito si mette mano alla falce, perché è venuta la mietitura».

Diceva: «A che cosa possiamo paragonare il regno di Dio o con quale parabola possiamo descriverlo?

Esso è come un granellino di senapa che, quando viene seminato per terra, è il più piccolo di tutti semi che sono sulla terra; ma appena seminato cresce e diviene più grande di tutti gli ortaggi e fa rami tanto grandi che gli uccelli del cielo possono ripararsi alla sua ombra». Con molte parabole di questo genere annunziava loro la parola secondo quello che potevano intendere.

Senza parabole non parlava loro; ma in privato, ai suoi discepoli, spiegava ogni cosa.

Marco 4,26-34

Non è difficile immaginare che l’uditorio del Vangelo di oggi è fatto da gente che ha confidenza con il lavoro della terra. Lo si comprende dalle immagini che Gesù usa per spiegare il regno di Dio:

Il regno di Dio è come un uomo che getta il seme nella terra; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce; come, egli stesso non lo sa. Poiché la terra produce spontaneamente, prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga. Quando il frutto è pronto, subito si mette mano alla falce, perché è venuta la mietitura.

L’osservazione che fa Gesù dovrebbe togliere di mezzo in maniera definitiva quella cattiva preoccupazione che ci fa pensare all’esperienza della fede come una sorta di tecnica. Come funziona la Grazia di Dio? Non con la meccanicistica della nostra volontà che controlla tutto, ma secondo un criterio che supera anche la nostra consapevolezza. È Grazia proprio perché è gratuita, imprevedibile, più grande del nostro controllo. Ad esempio una confessione non è valida se tu hai fatto l’analisi psicologica più profonda di tutti i tuoi peccati. È valida anche se il confessore davanti a te non pronuncia altro se non le parole dell’assoluzione. Una Messa non è valida per le parole belle che pronuncia il prete durante l’omelia ma nonostante le sue parole, o la mancanza di tutta quella cura e solennità che quel sacramento merita. La Grazia non agisce in base a cose che facciamo noi ma nonostante noi. Questo ci libera da una sorta di ansia da prestazione che ci fa vivere spesso affannati anche sulle cose di fede. Credo che questo sia il motivo per cui papa Francesco non ha avuto nessuna vergogna a dire che ogni giorno si prende almeno un’ora di adorazione davanti al tabernacolo e che ogni tanto si addormenta. Il suo non è un invito a dormire durante la preghiera ma a credere che quello che accade in quel momento è più grande anche della nostra stanchezza e per questo vale la pena pregare sempre senza pensare troppo alle nostre perfomance.
#dalvangelodioggi

Tags:
vangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
6
POWELL BROTHERS
Sarah Robsdotter
Il video di un bambino che canta al fratellino Down diventa viral...
7
Aleteia
Chi sorride così al momento della morte?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni