Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Santi Crispino e Crispiniano
Arte e Viaggi

La storia dietro la Madonna della Neve

MADONNA OF THE SNOW

Public Domain

V. M. Traverso - pubblicato il 24/01/20

Quando la neve cadde miracolosamente il 5 agosto 358 a Roma, venne costruita una chiesa per commemorare l'evento

Roma, in piena estate, si tinse di bianco. Esattamente 1662 anni fa. Era il 5 agosto del 358, quando, secondo la tradizione, la Vergine Maria apparve in sogno a Papa Liberio ed al patrizio Giovanni, chiedendo di edificare una chiesa nel luogo che avrebbe indicato. La mattina del 5 agosto l’Esquilino fu miracolosamente velato di neve. Da allora, i romani ricordano quell’evento come “il miracolo della neve”.

Il 5 agosto è la festa della Dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore che anche quest’anno verrà celebrata con una Messa solenne. Il culto si è esteso a molte località italiane, che in questa giornata omaggiano la Madonna della Neve. Ma torniamo al miracolo di Roma (Vatican News, 5 agosto).

La pala d’altare a Santa Maria Maggiore

La pala d’altare onora il ruolo giocato dalla neve nella fondazione di Santa Maria Maggiore, che è una delle più importanti chiese cattoliche di Roma.

Rome under the snow
Public Domain

La neve è rara a Roma in inverno, figuriamoci in estate. Secondo la tradizione, però, la fondazione di una delle chiese cattoliche più importanti della città ha avuto luogo nel corso di una straordinaria nevicata avvenuta nell’agosto 352. Il 5 agosto di quell’anno, un ricco nobile romano e Papa Liberio sognarono entrambi che la neve cadeva sull’Esquilino, uno dei sette colli di Roma. I due uomini decisero di visitare il luogo dell’insolito evento, si imbatterono l’uno nell’altro e testimoniarono l’insolita nevicata. Il nobile cercava un modo per donare parte dei suoi possedimenti alla Chiesa cattolica, e decise quindi di costruire uno splendido luogo di adorazione sulla collina su cui era caduta la neve miracolosa.

Papa Liberio procedette poi a tracciare il perimetro della futura chiesa muovendo un bastoncino sulla spessa coltre bianca. Da allora, Santa Maria Maggiore è diventata uno dei luoghi di adorazione più importanti per i cattolici, e il principale luogo di culto mariano di Roma.

The Piazza and Church of Santa Maria Maggiore
Giovanni Paolo Panini | Public Domain

Mille anni dopo quello straordinario evento, Ludovica Bertini, una patrona delle arti benestante di Siena, commissionò una pala d’altare per la cattedrale della sua città per commemorare il miracolo della neve.

L’opera è divisa in due parti. Quella superiore è strutturata in sette suddivisioni, ognuna delle quali rappresenta un passo nella storia della fondazione di Santa Maria Maggiore. Vi si può ammirare un ritratto della Vergine, seduta sul trono mentre tiene il Cristo bambino, coronata da due angeli. Uno di questi ultimi tiene in mano un vassoio pieno di neve, mentre l’altro fa con le mani delle palle di neve – tributo alla nevicata miracolosa del 352. Sui lati, l’artista Stefano di Giovanni ha posizionato i Santi Pietro e Paolo (in piedi) e i Santi Giovanni Battista e Francesco. Nel caso di quest’ultimo si tratta di un tributo alla committente, entrata nell’ordine francescano dopo la morte del marito.

MADONNA OF THE SNOW
Public Domain

Questa grande pala d’altare, di 2 metri per 2,5, è uno degli esempi più importanti dell’arte rinascimentale senese, e mostra elementi sia di arte gotica, come il tradizionale trittico, che di quella rinascimentale, come la natura realistica delle figure che vi vengono ritratte.

Dalla sua collocazione originaria all’interno della cattedrale di Siena, l’opera è stata spostata in vari luoghi, finché non è stata acquistata dalla famiglia Contini Bonacossi nel 1936. Attualmente è conservata nella stanza dedicata ad Andrea del Castagno nella Galleria degli Uffizi di Firenze.




Leggi anche:
Una figura splendente dopo il terremoto: il miracolo della Madonna del Conforto




Leggi anche:
Il presunto miracolo della Madonna ad Oliva dopo aver toccato l’acqua delle Fontanelle


OUR LADY OF GOOD COUNSEL

Leggi anche:
L’immagine miracolosa della Madonna discesa dal cielo

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
culto marianoromavergine maria
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni