Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché non abbiamo più rapporti sessuali?

Condividi

Rimanere collegati alla persona che si ama è fondamentale nel matrimonio

Michele Weiner-Davis è una terapeuta che dopo aver vissuto il divorzio dei genitori ha dedicato tutta la vita ad aiutare a evitare che accada ad altre persone. In base alla sua ampia esperienza in fatto di matrimonio, ha concluso che molte infedeltà e molti divorzi si verificano per la mancanza di contatto fisico e una vita sessuale povera nella coppia.

Per la terapeuta, la mancanza di desiderio è una questione che oggi interessa sia gli uomini che le donne. Entrambi, infatti, sperimentano la difficoltà di avvicinarsi per

  • la routine quotidiana,
  • la mancanza di dialogo
  • il fatto di non comprendere come funzionano la dinamica del desiderio e delle sue emozioni.

Ciò che è certo è che evitare i rapporti sessuali nel matrimonio porta alla perdita di intimità in molti altri aspetti del rapporto, e i diversi atteggiamenti sessuali della coppia la mettono a rischio quando i coniugi non sperimentano la passione e il desiderio.

In questo senso, è importante che i coniugi diventino esperti di come l’altro si sente “collegato”, diano valore al sesso nel rapporto, parlino di come si vive e diano priorità alla cura reciproca, che è un atto d’amore che richiede di mettere le necessità dell’altro prima delle proprie.

Sad - Woman - Couple - communication
© WAYHOME studio

Dalla sua conferenza TED possiamo cogliere varie lezioni per risvegliare la passione: “Abbiamo tutti modi diversi di sentirci collegati all’altro. Dobbiamo conoscere il nostro, ma anche diventare esperti del modo in cui il nostro coniuge si sente collegato a noi”.

Dobbiamo essere collegati alla persona che amiamo, e quando sentiamo di non esserlo questo ci intristisce molto. Se non c’è interesse, il rifiuto fa male.

Chi cerca l’intimità lo fa partendo da una posizione di vulnerabilità, e se viene rifiutato la sua rabbia aumenta e provoca come risultato l’aumento della mancanza di connessione.

Quando si subisce un rifiuto, la prima cosa da sapere è che si deve cercare di far sì che l’altro si senta amato e creare un ambiente propizio. L’altro, dal canto suo, dovrà cercare di adattarsi per rendere felice il coniuge, visto che incontrarsi con lui farà sì che sia più presente, sia più gentile e si senta più grato.

“Se il vostro coniuge vi sta chiedendo più contatto fisico, più vicinanza e più sesso, non pensate che ‘è solo sesso’, come grattarsi il braccio quando prude. Il sesso è un modo potente per collegarci e avvicinarci nell’amore”.

couple passion sex
By fizkes/Shutterstock
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni