Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Boom dei sandali realizzati dai monaci benedettini francesi

Monastere Sainte-Marie de la Garde
Condividi

Sono così richiesti che i religiosi non riescono a far fronte alla domanda

Il nuovo anno è iniziato da pochissimo, ma i monaci benedettini del monastero di La Gard (Francia) sono già stati inondati di ordini per i loro sandali realizzati a mano.

Dalla fondazione nel 2003, i religiosi del monastero di Sainte-Marie de La Gard hanno sviluppato il loro talento come realizzatori di calzature. Ci sono voluti quasi vent’anni per perfezionare i loro modesti sandali monastici, ma ora i frutti del loro lavoro si vedono e li ripagano ampiamente, con ordini che arrivano da ogni parte del mondo, Giappone compreso.

I monaci offrono vari tipi di sandali, uno per uomini e due per donne. Il sandalo maschile, che chiamano Benoît in onore del fondatore del loro ordine, è un semplice sandalo nero con strisce spesse. La linea femminile include Scholastique, da Santa Scolastica, simile al Benoît ma in rosso, e un sandalo più elegante con varie strisce chiamato Hildegarde, da Santa Ildegarda di Bingen.

I monaci benedettini realizzano a personalmente tutti i sandali nelle pertinenze del monastero. Teller Report indica che traggono le loro risorse dalla regone circostante per stimolare l’economia e ricevere i materiali grezzi il prima possibile, anche se ricorrono all’Italia per le suole di gomma.

Quando sono in laboratorio, i monaci indossano degli abiti blu. La zona di lavoro è circondata da immagini della Sacra Famiglia e dai santi del loro ordine. Davanti a queste immagini sante, lavorano in squadra realizzando circa 30 paia di sandali a settimana, ma a questo ritmo non riescono a tenere il passo delle richieste sempre crescenti.

I Benedettini di La Gard hanno ricevuto talmente tante ordinazioni da doverne rifiutare alcune. In un’intervista a Teller Report, padre Hubert ha spiegato che “il lavoro è organizzato in modo tale da poter essere ripartito nel corso dell’anno mantenendo al contempo il nostro ritmo monastico, organizzandolo a monte, anche se questo significa rifiutare i rivenditori”.

Uno dei monaci più giovani, fr. Augustin, ha notato che il lavoro manuale libera lo spirito per guidare la preghiera. Mentre vengono realizzati i sandali si recitano sicuramente molte preghiere, ma questo “bonus” all’acquisto è gratuito.

Chi fosse interessato ad acquistare un paio dei sandali realizzati dai Benedettini può farlo al monastero, aperto ai clienti varie ore al giorno, o può acquistarli online su Abbaye de Barroux, un bazaar online che vende prodotti di molte comunità monastiche.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni