Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 21 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Nel 2019 l’Europa ha avuto una media di 5 attacchi al giorno contro simboli cristiani

notre_dame_1.png

Aleteia - pubblicato il 17/01/20

Uno studio ha registrato 3.000 attacchi a chiese, scuole, cimiteri e altri luoghi e simboli cristiani, senza parlare di quelli alle persone

Incendi, profanazioni, sacrilegi, furti e atti di vandalismo fanno parte del triste scenario di 3.000 attacchi contro chiese, scuole, cimiteri e altri luoghi e simboli cristiani nel continente europeo solo nel 2019, in base a un rapporto realizzato dal centro di studi di politica internazionale Gatestone Institute e diffuso dalla Fondazione Pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre.

Gli atti di intolleranza sono stati più intensi in Francia e in Germania, ma sono stati registrati casi gravi anche in Irlanda, Italia, Spagna, Belgio, Danimarca e Regno Unito, oltre che, su scala minore, in tutti gli altri Paesi europei.


BIG BROTHER

Leggi anche:
Index 2020 sui cristiani perseguitati: il ruolo delle nuove tecnologie

L’istituto ha analizzato i registri della polizia, le notizie diffuse dalla stampa europea e le pubblicazioni verificabili sulle reti sociali. I 3.000 casi sollevati rappresentano una media di più di 5 casi al giorno, un numero allarmante e che è aumentato negli ultimi anni.

In Francia, uno dei Paesi in cui la situazione è più preoccupante, il quotidiano Le Figaro ha diffuso dati del Servizio Centrale di Intelligence Criminale indicando “migliaia di casi di vandalismo nelle chiese” tra 2016 e 2018, con una media di quasi 3 casi al giorno in uno degli anni del periodo. Nel marzo 2019, 12 chiese francesi sono state profanate nell’arco di 7 giorni, includendo quella di Saint-Sulpice, incendiata subito dopo la Messa di mezzogiorno.

Il 16 novembre 2019, istituito dall’ONU come Giornata Internazionale della Tolleranza, l’Osservatorio sull’Intolleranza e la Discriminazione contro i Cristiani ha diffuso un rapporto con dati del 2018 indicando un “aumento, rispetto agli anni precedenti, del numero di chiese, simboli cristiani e cimiteri in tutta Europa oggetti di vandalismo, profanati e incendiati”. Il documento include anche atti di intolleranza registrati contro persone cristiane, e non solo luoghi e monumenti.




Leggi anche:
La CNN diffamò un giovane cattolico e ora lo indennizza per danni morali

“I cristiani sono oggetto di pressioni in molti modi diversi in Europa”, ha commentato la direttrice dell’Osservatorio, Ellen Fantini, “dall’interferenza nella libertà di coscienza, espressione e associazione alla negazione dell’accesso alla giustizia e ai servizi giuridici”.

Come esempi, ha citato “la violazione dei diritti dei genitori cristiani di allevare i figli in conformità alla propria fede, i simboli religiosi cristiani rimossi dagli spazi pubblici, i cristiani presentati sistematicamente con stereotipi negativi sui mezzi di comunicazione sociale, i gruppi cristiani esclusi dai campus universitari”.

Tags:
europamanifestazioni anticristiane
Top 10
See More