Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Bisogna essere sessualmente compatibili o è un mito?

MIT SEKSUALNEGO DOPASOWANIA
Shutterstock
Condividi

Tra le garanzie che cerchiamo perché il rapporto possa sopravvivere c’è il mito della compatibilità sessuale, un mito crudele e falso che sta provocando molti danni

Mi riempiono di tristezza le storie in cui gli anni volano e le persone giovani (e che poi invecchiano) continuano ad avere una relazione dietro l’altra ma non hanno ancora una famiglia – marito, moglie, figli.

Hanno già sperimentato la maggior parte di quello che accade in una relazione, dall’innamoramento alla condivisione di tutti gli angoli della casa. Hanno dimostrato a se stesse che potevano essere all’altezza in tutti gli aspetti e poi hanno rotto.

La decisione di sposarsi è troppo importante per essere presa alla leggera. Allo sesso tempo, l’aspettativa che la persona soddisfi tutte le necessità e i sogni non è matura, ma ingenua.

Tra le garanzie che cerchiamo perché il rapporto abbia la possibilità di sopravvivere c’è il mito della compatibilità sessuale, un mito crudele e falso che sta provocando molti danni.

Il corpo è importante

Non voglio affatto dire che il corpo non sia importante, anzi, proprio perché è importante dev’essere preso sul serio. Non è un mezzo per compiacere qualcuno.

Il corpo non è fatto per gli esperimenti e per verificare se l’altra persona è fatta per me, perché è parte di me, della mia identità.

Non ho un corpo – sono anima e corpo. Tutto ciò che passa per il mio corpo mi tocca l’anima. Nella sfera sessuale, mi tocca come a un essere vivente: la psiche, le emozioni, lo spirito. Tutto ciò che c’è di più profondo entro i miei limiti.

Iniziare condividendo l’intimità fisica è come permettere che un estraneo entri in casa propria per vedere se è onesto o se è un ladro o un assassino.

La memoria del corpo

Il matrimonio collega persone i cui corpi raccontano le loro storie, a volte anche molto difficili. La memoria corporea può includere molestie, abusi, violenza e pornografia, o l’esperienza di essere ridicolizzati. Probabilmente ci sono più persone che hanno ferite in questo campo di quelle che non ne hanno.

La nudità basta a rivelare queste ferite? Dopo tutto, le persone nascondono e proteggono le ferite più dolorose per paura del dolore e del rifiuto.

A volte ci vuole molto tempo per accettarsi in questo campo. Per avvicinarsi alla sicurezza dell’accettazione reciproca, è davvero necessario provare la soluzione drastica come convivere un paio d’anni, ma solo per prova?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni