Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 10 Dicembre |
Sant'Eulalia
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

I 10 “mai” del matrimonio

web3-couple-quarrel-kitchen-shutterstock_1060645340-new-africa.jpg

LaFamilia.info - pubblicato il 11/01/20

10 situazioni da evitare nel matrimonio

Nel rapporto coniugale, esistono varie situazioni che anziché aiutare la coppia finiscono per creare ferite che all’inizio possono sembrare insignificanti, ma col tempo diventano assai nocive.

Ecco 10 situazioni da evitare nel matrimonio:

1. Non parlate mai male del coniuge con nessuno

I panni sporchi si lavano in casa, dice la saggezza popolare. È meglio che si parli e si risolvano i problemi tra i coniugi. Coinvolgere terze persone può complicare le cose, perché anche se la tempesta passa i membri della famiglia se ne ricorderanno sempre, o peggio ancora, prenderanno posizione in modo poco obiettivo.

La comunicazione sincera e opportuna è la soluzione migliore. Se cercate un consiglio, è meglio ricorrere a una persona neutrale, esterna alla famiglia, preferibilmente un consulente spirituale, un terapeuta familiare o una coppia con più esperienza e che sia in grado di orientare.

2. Non parlate né pensate mai al singolare

Dal momento in cui entrambi hanno detto “Sì”, sono diventati una sola carne e un’anima sola. Questo implica il fatto di condividere i beni materiali, motivo per il quale bisogna sempre pensare al plurale al momento di prendere le decisioni, soprattutto quelle che coinvolgono il denaro.

Allo stesso modo, il linguaggio dev’essere coerente con questo impegno, ovvero parlare al plurale quando ci si riferisce a progetti o attività comuni: la nostra casa, la nostra macchina, siamo usciti, abbiamo deciso di rimandare questo fatto…

3. Non gridate mai

Le grida sono una mancanza di rispetto che deteriora i rapporti, non appartengono al linguaggio dell’amore. Esistono altri modi di esprimere disaccordi e differenze. Non è poi questo l’esempio che si vuole dare ai figli. Con quale autorità chiederete loro di non gridare con i fratelli, i compagni o addirittura i genitori?

4. Non andate mai a dormire senza aver concluso una discussione

A volte l’indifferenza e il silenzio sembrano risolvere i problemi, ma non è così. Lo strumento migliore è la comunicazione opportuna, quando entrambi hanno pensieri chiari e freddi.

Anche se bisogna dedicare del tempo a riflettere prima di parlare, non si può permettere che la discussione continui il giorno dopo, perché può peggiorare le cose.

I coniugi sono una squadra, e devono lavorare insieme per risolvere i loro problemi, senza incolparsi e aggredirsi, ma imparando molte volte a cedere.

5. Non smettete mai di dare il vostro feedback all’altro

In certi casi, i grandi conflitti sono la conseguenza della repressione di piccole scomodità quotidiane. Quando qualcosa del vostro coniuge vi dà fastidio (un gesto, una parola, un comportamento…), comunicateglielo immediatamente, e cercate insieme una via d’uscita. Risolvere le cose per tempo impedisce di alimentare rancori e che i problemi diventino più grandi di quello che sono in realtà.

6. Non anteponete mai i figli al coniuge

Anche se i figli richiedono attenzioni e cura da parte dei genitori, dev’essere chiaro che la priorità è la coppia. Se la coppia sta bene, staranno bene anche i figli. L’armonia tra gli sposi genera un ambiente stabile e felice per i figli.

7. Non discutete mai davanti ai figli

I figli devono essere un fattore d’unione nel matrimonio. Un litigio davanti a loro può generare insicurezza nei piccoli, oltre ad avere effetti a lungo termine, come aggressività, ansia e depressione. Se si deve discutere di qualche cosa, è importante rimandare, cercando il momento e il luogo adeguati.

8. Non perdete mai il romanticismo

Il romanticismo è uno dei più grandi alleati della coppia per mantenere l’amore vivo nel corso degli anni. È per questo che i coniugi devono cercare del tempo per stare da soli, senza figli. Ogni giorno dev’essere pieno di dettagli per riconquistare il coniuge, sottolineandone le virtù, non i difetti.

9. Non entrate mai in conflitto con la famiglia del coniuge

Il rapporto con la famiglia del coniuge è un problema per molti, ma anche nei casi in cui, per varie ragioni, non è possibile una fraternità, bisogna conservare un minimo di cordialità e di rispetto per il bene di tutti.

10. Non dimenticate mai Dio

E infine la cosa più importante: mettere Dio al centro della vita matrimoniale e familiare. Quando Dio è presente nella vita quotidiana e in tutte le decisioni, l’amore regna sicuramente nella casa.

Tags:
matrimonio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni