Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Folla di fedeli accorre sul lago Michigan gelato per vedere un crocifisso sotto l’acqua

Condividi

Uno dei pochi crocifissi sotto una fonte d’acqua dolce è un monumento ai sommozzatori caduti

Si stima che 1.200 fedeli abbiamo sfidato il freddo gelido e una camminata lungo il lago Michigan ghiacciato per vedere un grande crocifisso che riposa sotto acque generalmente turbolente. Situato a circa 250 metri dalla costa di Petoskey, a quasi 7 sotto il livello dell’acqua, l’enorme crocifisso di 840 chili è uno dei pochi casi al mondo.

Chi visita il luogo si mette in fila per entrare in un piccolo tendone, il che evita che i raggi del sole oscurino la vista. Con l’aiuto dell’illuminazione subacquea, la croce si può vedere attraverso un piccolo foro nel ghiaccio. Il fatto che tanti aspettino sul grande lago gelato testimonia l’importanza del monumento per Petoskey.

Il crocifisso, intagliato da artigiani italiani, inizialmente non era destinato a finire sotto le acque del lago Michigan. Commissionato da una ricca famiglia di agricoltori di Rapson, il Cristo, quasi a dimensioni reali, doveva indicare il luogo della tomba del figlio 15enne Gerald Schipinski, morto in un incidente collegato a un fucile da caccia nella fattoria nel 1956.

Purtroppo, il lungo viaggio dall’Italia a Rapson ha avuto vari contrattempi, il che ha portato alla rottura di una delle braccia di Cristo insieme ad altri danni. La famiglia non ha accettato l’opera d’arte rovinata, non volendo onorare il figlio con un monumento danneggiato, ma reinviarlo in Italia sarebbe risultato troppo caro. Il crocifisso è stato esposto per un anno nella parrocchia cattolica di San Giuseppe di Rapson, e poi è stato messo all’asta.

NCR informa che il crocifisso è stato acquistato per soli 50 dollari dal Wyandotte Superior Dive Club, del sobborgo di Wyandotte, sotto Detroit, che poi ha donato altri 900 dollari per riparare il braccio rotto della scultura di Cristo. Il 12 agosto 1962, trasportato dal rompighiaccio statunitense Sundew, il crocifisso è stato gettato nelle acque del lago Michigan per commemorare Charles Raymond, un sommozzatore di Southgate (Michigan) affogato nel vicino lago Torch.

Il luogo di riposo iniziale della croce era a circa 365 metri dalla costa, ed era immersa a 16 metri di profondità. Dopo vari anni è stata ritenuta un’immersione troppo difficile per la maggior parte dei sommozzatori, per cui il crocifisso è stato spostato di circa 120 metri più vicino alla riva, dove riposa ora. Il club ha infine ampliato il suo ricordo per includere tutti i sommozzatori che hanno perso la vita nel lago Michigan.

Ora è una tradizione annuale che un fine settimana di febbraio o marzo, quando il ghiaccio è abbastanza spesso per permetterlo, si offra una visita al monumento. Negli ultimi 3 anni, il ghiaccio è stato troppo instabile per sopportare il peso della folla, ma nel 2019, l’ultimo anno in cui è stata vista la croce, ha attirato circa 1.200 visitatori. I pellegrini si sono messi in fila in condizioni climatiche artiche per più di due ore e mezza per una rara visione del Cristo che riposa sotto il ghiaccio. Forse quest’anno si potrà visitare di nuovo…

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni