Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 28 Giugno |
Sant'Ireneo
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Monsignor Gaenswein: «Papa Benedetto? Mai pentito della rinuncia»

pope-benedict-xvi-garden-castel-gondolfo.jpg

HO / OSSERVATORE ROMANO / AFP

Benedetto XVI prega il rosario nei giardini di Castel Gandolfo, il 25 luglio 2019

Lucandrea Massaro - pubblicato il 07/01/20

Così il segretario particolare del papa emerito e prefetto della Casa Pontificia in un documentario della tv tedesca Bayerischer Rundfunk

Il Papa emerito Benedetto XVI non si è mai pentito della rinuncia al Papato. Una decisione che ormai risale a quasi sette anni fa. Ad affermarlo, in un documentario della tv pubblica regionale della Baviera, il suo più stretto collaboratore: monsignor Georg Gaenswein. Il documentario di 29 minuti realizzato dal giornalista Tassilo Forchheimer, ovviamente in tedesco, per la Bayerischer Rundfunk (Br), è molto ampio e viene da chiedersi se verrà mai trasmesso in Italia, magari da Tv2000. In esso il Prefetto della Casa Pontificia rassicura i fedeli: “Le dimissioni sono state una decisione lunga, ben pregata e sofferta, di cui non si è mai pentito. Il Papa è completamente in pace con se stesso“.

Come racconta il quotidiano dei vescovi, Avvenire, il documentario illustra la vita quotidiana del Papa emerito:

A quasi 93 anni di età – li compirà il prossimo 16 aprile – Joseph Ratzinger commenta nel documentario alcuni aspetti della sua vita quotidiana nel Mater Ecclesiae. Il Pontefice emerito confessa di seguire nel suo ritiro una rigorosa routine. Sempre accompagnato da mons. Gaenswein, la sua voce è molto debole e ha grandi difficoltà a camminare. “Avevo una grande voce, ora non funziona più”, si lamenta papa Ratzinger, al che l’arcivescovo Gaenswein osserva: “Benedetto è un uomo di 92 anni, con una mente chiara, ovviamente; ma che ha già perso abbastanza della sua forza fisica”.

Ratzinger dice sé stesso, di essere “un vecchio alla fine del suo viaggio”, in una vita che prosegue tra studio, preghiera, meditazione e un affettuoso ricordo della terra natia, la Baviera, per la quale c’è sempre un pensiero e una preghiera: “Sono sempre molto vicino alla Baviera e affido sempre il nostro stato al Signore ogni notte” confessa Benedetto XVI.

Tags:
papa benedetto xvi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni