Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconSpiritualità
line break icon

L’Epifania? Non è una festa uguale per tutti. E non si festeggia sempre il 6 gennaio

ADORATION OF THE MAGI

PD

don Marcello Stanzione - pubblicato il 03/01/20

In Egitto, per esempio, commemora il battesimo di Cristo e celebra l’inizio dell’anno

Dodici giorni dopo la celebrazione del Natale, i cristiani celebrano il 6 gennaio la solennità dell’Epifania. E’ molto interessante vedere come è nata e poi si è sviluppata tale festa liturgica. Le origini della festa dell’Epifania vanno cercate in Egitto. Ci sono elementi importanti da tenere presenti che ci vengono presentati dal teologo Raymond Winling nel suo testo “Natale e il mistero dell’incarnazione” edito da Queriniana.

THREE KINGS,POLAND
Kamil Szumotalski | Aleteia
  • Epifanio riferisce che nella notte tra il 5 il 6 gennaio, in diverse regioni dell’Egitto i pagani, a partire da una data remota, celebravano un culto destinato a festeggiare la piena del Nilo; durante la notte che precedeva la festa propriamente detta, aveva luogo una veglia alle luci donde il nome di “Festa delle Luci”. All’alba ci si recava in processione sulla riva del fiume dove si svolgeva una cerimonia solenne di benedizione dell’acqua, con preghiere ed offerte rituali, seguite dal rito che consisteva nell’attingere acqua dal Nilo e berla.
  • Epifanio riferisce anche che nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, in diverse città dell’Egitto, i pagani celebravano una festa ad onore del dio del Sole Aion partorito dalla vergine Kòre. Questa festa aveva probabilmente dei collegamenti con il solstizio d’inverno, come il Natalis Solis invicti di Roma.
  • Clemente di Alessandria parla della festa del battesimo del Cristo, celebrata il 6 gennaio dai basilidiani; nel parleremo più avanti. I cristiani avevano valide ragioni di cercare di cristianizzare questa festa dei basilidiani, la quale si basava su pratiche anteriori tanto popolari.
  • La festa cristiana dell’Epifania è attestata dai canoni pseudo – atanasiani, redatti probabilmente sotto il patriarcato di Atanasio. Una menzione allusiva alla festa figura nella prima lettera festale di Pasqua di Atanasio (329). (Una testimonianza esplicita viene data solo da Cassiano, dopo il 420, nelle Collationes Patrum 10,2).


NATIVITY SCENE

Leggi anche:
Verso l’Epifania: recita la breve novena ai Re Magi

Nel corso della seconda metà del IV secolo, la festa dell’Epifania dall’Egitto si diffonde rapidamente nelle altre chiese d’Oriente e d’Occidente. Un fatto curioso è che, cronologicamente, la prima menzione dell’Epifania riguarda la Gallia. Stando alla testimonianza di Ammiano Marcellino, l’imperatore Giuliano, interiormente aderente al paganesimo, fa ancora professione esteriore di cristianesimo: nel 361 si reca nella chiesa di Vienne “nel giorno del mese di gennaio che i cristiani celebrano con il nome di Epifania”.

In Cappadocia

Comunque stiano le cose, la festa è attestata per il 372 -373 in Cappadocia da Gregorio di Nazianzo, ad Antiochia per il 386 da Giovanni Crisostomo, a Gerusalemme per il 380 stando al Diario di Eteria, ma i testi dimostrano che l’Epifania è più popolare, quindi più antica del Natale. L’Occidente adotta la festa più tardi:la Gallia fa eccezione.

La Spagna conosce la festa nel 380, Leone Magno fornisce la prima testimonianza scritta per Roma. Nell’Africa del Nord, del tempo di Agostino, l’Epifania dà l’impressione di essere stata introdotta piuttosto recentemente. Le differenze sono relativamente grandi, non soltanto tra l’Occidente e l’Oriente, ma a volte da una regione all’altra.


Epiphany

Leggi anche:
5 ottimi modi per celebrare l’Epifania in famiglia

In Egitto

In Egitto essa commemora il battesimo di Cristo e celebra l’inizio dell’anno. Dal tempo di Atanasio, vi si aggiunge la commemorazione della nascita di Gesù e l sua nascita nella carne. Secondo Epifanio, il 6 gennaio è il giorno della nascita di Gesù e quello del miracolo di Cana. Dopo l’introduzione della festa di Natale (verso il 432), la nascita viene celebrata il 25 dicembre e il 6 gennaio è consacrato al battesimo del Cristo.

Ad Antiochia e in Siria, l’Epifania serve dapprima a celebrare la nascita di Gesù. Dopo l’adozione della festa di Natale nel 386 – 388, oggetto della festa è il battesimo di Gesù.

ORSZAK TRZECH KRÓLI 2018
Kamil Szumotalski/ALETEIA

Costantinopoli

In Cappadocia e a Costantinopoli, il 6 gennaio è dapprima la festa della nascita di Gesù; ma, come in altri luoghi, dopo l’introduzione della festa del 25 dicembre , è il battesimo di Gesù che viene celebrato; a questo proposito si parla della “festa delle Luci”. Nelle omelie pronunciate in questa occasione, i tre Cappadoci mettono l’accento sulla dimensione trinitaria del battesimo.

Gerusalemme

A Gerusalemme, prima dell’introduzione della festa di Natale il 25 dicembre, l’Epifania aveva il carattere di una solennità con ottava. Dom A. Renoux è riuscito a ricostruire la struttura della celebrazione del 6 gennaio grazie a dei lezionari armeni, dipendenti anch’essi dall’ordine liturgico di Gerusalemme, anteriori al 440: in questo modo egli è riuscito a colmare le lacune del manoscritto del Diario di Eteria. I dati relativi al nostro argomento sono i seguenti.

  • 1
  • 2
Tags:
epifaniafesta

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
5
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni