Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Il Papa sugli schiaffetti alla fedele: «Scusate per il cattivo esempio di ieri»

POPE FRANCIS
Antoine Mekary | Aleteia
Condividi

Il pontefice è tornato sull’episodio di martedì, quando una donna lo ha strattonato e lui si è divincolato con forza

Durante l’Angelus di oggi Papa Francesco ha voluto dare uno spessore più personale alla catechesi legando la sua riflessione alla reazione avuta martedì, quando ha schiaffeggiato sulla mano una donna tra la folla che lo aveva strattonando improvvisamente in piazza San Pietro, dopo dopo la celebrazione dei Vespri e del Te Deum di ringraziamento.

«Gesù non ha tolto il male dal mondo ma lo ha sconfitto alla radice. La sua salvezza non è magica, ma “paziente”, cioè comporta la pazienza dell’amore, che si fa carico dell’iniquità e le toglie il potere», ha detto il Pontefice, che poi, a braccio, ha aggiunto: «A volte perdiamo la pazienza. Anche io. E chiedo scusa per il cattivo esempio di ieri».

L’episodio è avvenuto al termine della celebrazione di ieri nella Basilica di San Pietro, quando il Santo Padre si è recato in piazza San Pietro per ammirare il grande presepe donato dal Trentino. Come di consueto, il Papa si è infatti avvicinato ai fedeli per salutarli, ma mentre si allontanava, una donna lo ha afferrato per un braccio con decisione, tirandolo a sé. Il gesto, forse troppo perentorio, ha innervosito il Pontefice che ha reagito colpendo la mano della fedele per liberarsi dalla presa.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni