Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconNews
line break icon

A Betlemme la nuova opera di Banksy

Instagram/Bansky

Bethlem's scar - new opera of Banksy in West Bank

Lucandrea Massaro - pubblicato il 21/12/19

Un presepe a ridosso del Muro che separa Israele e Cisgiordania, una Natività in guerra

Intitolata “La cicatrice di Betlemme”, l’opera è un presepe di guerra: la natività (la Madonna, Giuseppe e il Bambin Gesù) sono retroilluminati e poggiati dinanzi a blocchi di cemento, sui quali c’è un foro (che però potrebbe essere anche una stella). È l’ultima opera di Banksy, apparsa in Cisgiordania in queste ore e che fa parlare di nuovo di sé lo sfuggente artista di cui nessuno conosce il volto o il nome reale. Banksy ha di nuovo scelto Betlemme in Cisgiordania e il ‘suo’ hotel ‘Walled off‘, a ridosso del Muro di protezione di Israele, per la sua ultima opera.

//www.instagram.com/embed.js

Quest’opera sottolinea le condizioni di vita dei palestinesi nella zona, nei luoghi che videro la nascita di Gesù e ci rammentano le tanti nascite in condizione di pericolo o di disagio che ancora oggi avvengono in tutto il mondo. In particolare le condizioni dei cristiani in Medio Oriente è estremamente preoccupante.




Leggi anche:
Messa di mezzanotte annullata, permessi negati, sequestri: il Natale dei cristiani perseguitati

Tags:
banksybetlemmecisgiordania
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni