Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 24 Gennaio |
San Francesco di Sales
home iconStorie
line break icon

Veder mangiare la spazzatura può cambiare la vita, come è successo a Raziel

RAZEL RODRIGUEZ

@RazielRod

Ramón Antonio Pérez - Aleteia Venezuela - pubblicato il 18/12/19

La credibilità e la trasparenza del lavoro che svolge a favore dei più bisognosi in Venezuela gli hanno fatto guadagnare il sostegno di personalità come Marco Music, influencer e Youtuber vincitore di vari premi Emmy

“La povertà non l’ha creata Dio, la provochiamo tu e io quando non condividiamo quello che abbiamo”, dice una frase attribuita a Madre Teresa di Calcutta e che fa parte delle centinaia di messaggi sul profilo pubblico di Raziel Rodríguez, un giovane venezuelano che ha trovato il suo proposito di vita nell’amore e nel servizio al prossimo, soprattutto tra i più bisognosi. La sua storia rivela che quando gli esseri umani si lasciano toccare da Dio superano i propri limiti personali.

Raziel non nasconde la sua passione storica per le moto di alta cilindrata, che erano la ssua distrazione principale ogni fine settimana. È stato anche funzionario della Polizia Municipale di Chacao (nello Stato di Miranda), incarico che gli ha lasciato splendidi ricordi e grandi insegnamenti. “Non mi mancava nulla a livello materiale. Le mie entrate e il mio lavoro mi permettevano di vivere comodamente”. A Raziel, però, mancava un “proposito di vita”.

Chiedersi perché vivere comodamente e non aiutare le tante persone che dal 2015 stanno soffrendo per la crisi umanitaria che affligge il Venezuela ha portato Raziel Rodríguez a trovare quello che cercava. “Ho iniziato a vedere tanta gente che mangiava la spazzatura”, ha detto all’inizio della sua conversazione con Aleteia.

“Prima lo facevano solo i senzatetto, ma quattro anni fa abbiamo iniziato a vedere intere famiglie mangiare i rifiuti. Com’è possibile che accada questo in Venezuela?”, si è chiesto. “Il tempo ha fatto sì che trovassimo un proposito di vita, e per questo ora queste azioni solidali verso l’umanità le svolgiamo per vocazione”.

Il passo immediato dopo la sua “conversione” è stata la creazione della Fondazione Raziel, un’organizzazione senza scopo di lucro che dal dicembre 2015 ha sede a Guatire, nello Stato di Miranda. Il suo obiettivo è tendere una mano amica a istituzioni ospedaliere pubbliche, aiutando la ripresa delle loro infrastrutture, e soccorrere con medicinali e altri generi di prima necessità i pazienti e altri venezuelani che vivono in condizioni di estrema povertà.

RAZEL RODRIGUEZ
@RazielRod

Sostegno di vari influencers

Parte del segreto del successo delle Fondazione Raziel è nel gruppo di amici e influencers tessuto da quando è entrata nelle reti sociali, soprattutto su Instagram e Facebook, in cui fa conoscere le sue attività umanitarie e sollecita un sostegno che poi condivide con altre organizzazioni o gira direttamnte ai pazienti degli ospedali J. M. de los Ríos e Luis Razetti di Caracas.

Raziel ricorda anche il sostegno del suo amico e vicino di Guatire Marco Music, cantante e attore premiato tre volte con l’Emmy nel 2018 per El Poder de un Post(miglior documentario, migliore edizione e migliore regia). L’artista, che ha più di 8 milioni di followers sulle sue reti sociali, risiede negli Stati Uniti e nel documentario spiega come i nuovi media possano essere utili a molte persone.

“Il lavoro di Marco rafforza la Fondazione Raziel”, ha spiegato l’intervistato, riconoscendo che ci sono valori fondamentali che caratterizzano l’organizzazione: “la credibilità agli occhi degli amici che ci inviano il loro aiuto l’abbiamo conquistata grazie alla trasparenza con cui poi doniamo questi aiuti ai bisognosi. Per questo giriamo video e scattiamo fotografie e le pubblichiamo”.

La ONG, ha aggiunto, riceve sostegno da Panama, Argentina, Cile, Stati Uniti e Spagna, “ma anche da imprese venezuelane che trovano nella solidarietà un modo per mettere in pratica la responsabilità sociale”.

  • 1
  • 2
Tags:
fondazionepoverivenezuela
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
7
LIBBY OSGOOD
Sandra Ferrer
Libby Osgood, la scienziata della NASA diventata suora
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni