Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Negli Usa è in vendita un libro che insegna ai bambini come invocare i demoni

Condividi

Questo manuale invita i più piccoli a disegnare i sigilli demoniaci, cioè i simboli che li rappresentano. La condanna degli esorcisti: invocare i diavoli è come chiedere aiuto ad un criminale

Un nuovo libro pubblicizzato come una “guida giocosa” insegna ai bambini come convocare i demoni per beneficio personale. È pubblicizzato anche dai principali rivenditori di libri, come Barnes & Noble, Walmart e Target. Anche Amazon lo vende.

La presentazione di Barnes & Noble del “A Children’s Book of Demons” (Il libro dei demoni) di Aaron Leighton, consigliato ai bambini tra 5 e 10 anni, cerca di far passare il prodotto come simpatico ed esilarante:

“Non vuoi portare fuori la spazzatura stasera? Forse stai nuotando nei compiti? Bene, prendi le tue matite colorate (..) e chiama alcuni demoni! Ma fai attenzione, anche se questi spiriti sono più sciocchi che spaventosi, sono ancora demoni”.

Quindi, se stai cercando di presentare ai tuoi figli il “culto del diavolo”, come afferma Breaking Israel News, sappi che gli «editori del libro cercano di trasformare l’atto di evocare demoni in un’attività a misura di bambino [,] dicendo: “convocare i demoni non è stato mai stati così divertente'”».

DEMON
PIXABAY

Da Corydon a Spanglox

I demoni vengono convocati dai bambini attraverso i loro “sigilli”. Ogni spirito ne ha uno diverso e richiede una evocazione specifica (un enigma di nome Corydon richiede un sigillo “disegnato in rosso vivo, il colore del naso di un pagliaccio – preferibilmente mentre ridacchi”), ed esprime caratteristiche e abilità specifiche che vanno dal pragmatico al grossolano; “Quazitoro“, è un esperto nel trovare oggetti mancanti; e “Spanglox“, “il demone meglio vestito negli inferi”, che offre consigli di moda all’avanguardia.

I disegni dei demoni di Leighton, a più occhi, multiarmati e dai denti aguzzi sono stravaganti senza essere inquietanti, e probabilmente ispireranno alcuni lettori a creare demoni propri.

Leighton è descritto nella sua biografia come “un pluripremiato illustratore e direttore artistico, nonché un fan di tutte le cose occulte” – e le sue opere riflettono sicuramente questa passione oscura.

Satana avanza negli Usa

Questo accettazione dell’occultismo, attraverso libri per bambini, è la punta di un iceberg che negli Stati Uniti, si è già manifestata, ad esempio, nel 2016, con la serie televisiva Lucifer, che mette in scena Satana e ritrae Dio come un killer; con lo studio dell’autorevole Pew Research Center secondo cui negli Usa il paganesimo è sempre più dilagante, sopratutto tra i giovani. Non è una sorpresa che la Wicca (stregoneria) stia crescendo in popolarità. Ciò è incarnato e incoraggiato da spettacoli come il film The Craft del 1996 e il più recente Charmed e American Horror Story: Coven.

Questi elementi oscuri stanno entrando anche negli spazi pubblici / governativi. Ad esempio è stato realizzato un monumento satanico in un parco commemorativo per veterani e uomini di bordo della US Naval Academy (www.thenewamerican.com).

“Culto del demonio come celebrazione”

Alex Malikov

«Al tempo odierno è palesemente in atto il tentativo di proporre alle nuove generazioni il satanismo come una normale alternativa agli altri culti, agli svariati percorsi iniziatici, alle diverse filosofie di vita. Si giunge persino ad affermare che se il culto al demonio si limita alla semplice celebrazione del demonio e chi lo pratica non commette dei reati, non c’è nulla di male», denuncia padre Francesco Bamonte, presidente dell’Associazione internazionale esorcisti (Aie), in una nota relativa al volume “A Children’s Book of Demons”, recentemente pubblicato negli Stati Uniti.

Il gioco ingannevole dell’autore

«L’autore, senza alcun ritegno – prosegue il sacerdote – presenta ai bambini l’evocazione dei demoni come qualche cosa di ordinario e di raccomandabile, invitandoli ad allearsi con loro, per trarne qualche vantaggio. In che modo insegna a evocare i demoni? Disegnando i sigilli demoniaci, cioè i simboli che li rappresentano. Vengono così riproposti ai bambini simboli molto simili a quelli riprodotti nei grimori – spiega padre Bamonte – che nel mondo della magia sono dei manuali, nei quali vengono insegnate, con minuziosi dettagli, le procedure necessarie per contattare spiriti buoni o presunti tali e spiriti cattivi».

«Chi invita un bambino a evocare i demoni è come se gli dicesse che è possibile farsi aiutare da un criminale, per ottenere qualcosa», ammonisce il presidente dell’Aie: «Chi invita un bambino a evocare i demoni lo sta inducendo a perdere la sua identità, la sua personalità e ad essere distrutto moralmente, psicologicamente e spiritualmente» (Agensir, 12 dicembre).

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni