Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I dubbi religiosi tra le ricerche più ricorrenti su Google nel 2019

Ordinateur google
Condividi

Il Corpus Domini e il Venerdì Santo appaiono nella lista dei concetti più cercati dell’anno

Internet ha cambiato il modo di accedere alle informazioni. Oggi, quando abbiamo un dubbio, la prima opzione è cercare la risposta su Google o su siti che godono di grande credibilità presso il pubblico. È diventato ormai un comportamento universale, che genera dati interessanti su ciò che pensano le persone e la loro necessità di formazione personale, intrattenimento e maggiore conoscenza della fede e della religione.

Google immagazzina i dati di queste ricerche, e ogni anno diffonde una lista con gli argomenti più cercati sulla piattaforma.

Nel 2019 i dubbi religiosi sono stati tra i temi più ricercati dagli internauti brasiliani. Nella categoria “Perché?”, ad esempio, la domanda “Perché non mangiare carne il Venerdì Santo” si è collocata al quinto posto.

Nella categoria “Cosa” figurava invece la domanda “Cos’è il Corpus Domini?

L’elenco rivela anche un dato sorprendente: nella categoria “Come”, l’espressione “Come far sì che le persone mi apprezzino” si è piazzata al terzo posto, mostrando la necessità di rapporti duraturi e la solitudine e la scarsa autostima che caratterizzano gran parte degli internauti.

Cliccate qui per scoprire la lista completa.

Risposte

Quando qualcuno cerca qualcosa su Google, la piattaforma presenta un ventaglio di opzioni di siti che contengono le risposte alle domande. La lista dei siti suggeriti segue criteri propri di Google, come la rilevanza del sito presso il pubblico e la sua credibilità.

Ad Aleteia riceviamo ogni giorno migliaia di utenti indirizzati da Google attraverso le sue ricerche. È una soddisfazione enorme poter soddisfare i loro dubbi religiosi, ed è uno dei nostri obiettivi principali!

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni