Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Beato Giacomo Alberione
home iconStile di vita
line break icon

Piccoli insegnamenti sul simbolismo dell'albero di Natale per i bambini

CHRISTMAS

Shutterstock | Monstar Studio

Beatriz Camargo - pubblicato il 11/12/19

I preparativi per la celebrazione della nascita di Cristo sono un'occasione speciale per trasmettere i valori cristiani ai più piccoli

Durante l’Avvento, abbiamo montato il nostro albero di Natale decorandolo con qualcosa comprato di recente. Gli occhi di Tomás, mio figlio, brillavano di allegria e curiosità, e a ogni nuovo oggetto che appendevamo chiedeva: “Come si chiama?”

Mentre rispondevo, mi sono resa conto del fatto che non conoscevo il significato reale di molti di quei simboli, e allora ho deciso che era bene saperne un po’ di più, non solo per aiutarlo con il suo vocabolario, ma anche per insegnargli cose importanti sui costumi natalizi.

Visto che Tomás ha solo due anni, mi sono sforzata di spiegargli le cose in un modo che riuscisse a capire, senza essere troppo specifica, ma con l’obiettivo di includere ogni anno nuove informazioni riguardo alle tradizioni.

A differenza degli alberi che vediamo nei centri commerciali, nei negozi e in casa di parenti e amici (con addobbi tipici, come neve artificiale, pupazzetti che imitano i biscotti di panpepato e perfino pupazzi di neve), abbiamo deciso di decorare il nostro alberello con ornamenti che riuscirà ad assimilare meglio.

Partendo dall’albero, questo simbolo tanto importante e universale, gli ho spiegato che nel nostro appartamento non si può tenere un albero vero, perché ha bisogno di spazio, terra, luce, pioggia… Visto che volevamo preparare la nostra casa alla commemorazione del Natale, abbiamo usato il nostro piccolo abete artificiale, e visto che gli alberi hanno in sé il dono della vita e ci offrono anche molti cibi, lo decoriamo con piccole mele e ciliegie.

Questi frutti sono molto apprezzati dagli uccelli, che si posano sugli alberi per nutrirsi e cercare riparo. Partendo da questa premessa abbiamo incluso anche dei nidi.

Abbiamo poi appeso degli angioletti e qualche stella, e gli ho spiegato che gli angeli indicano la protezione che riceviamo dal Papà celeste e che le stelle servono a illuminare la nostra strada, permettendo che Egli ci veda e ci curi da lassù.




Leggi anche:
Qual è la storia dell’Albero di Natale?

La collocazione dei piccoli Babbo Natale era un momento molto atteso da mio figlio, e ho approfittato di quel momento per spiegargli meglio la storia di San Nicola, un signora con la barba lunga che amava aiutare i poveri e si metteva sulle spalle un sacco pieno di doni che distribuiva ai bambini.

Quanto alle campane, ho provato a spiegargli che all’epoca in cui è nato il bambino Gesù le pecore, come quelle che si trovano nel presepio, avevano delle campane attaccate al collo, che ondeggiavano e il cui rumore aiutava i pastori a ritrovarle nel caso in cui si fossero perse. Ho notato che Tomás è rimasto un po’ confuso, ma siamo andati avanti nella nostra decorazione.

Avevamo ancora molte palline rosse e nastri da appendere, e visto che non ho trovato una spiegazione plausibile, gli ho spiegato che alcuni oggtti servivano perché l’albero fosse ancora più bello e colorato.

Per concludere, l’ho preso in braccio perché mettesse la grande stella in cima all’albero, e gli ho spiegato che il giorno in cui è nato il bambino Gesù una grande stella è sorta nel cielo per guidare tre uomini – i tre Re Magi – al luogo in cui era nato. “È stato il Papà celeste?”, ha chiesto Tomás, e io ho annuito.

In quel momento avrei voluto sapergli offrire molte altre spiegazioni su Cristo e su come la sua nascita abbia portato gioia e pace all’umanità, ma so che è ancora presto. Per ora gli trasmetto la mia fede, e tutti i buoni sentimenti che sbocciano dal periodo natalizio.

Tags:
albero di natalebambinisimbolismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni