Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconSpiritualità
line break icon

E se anche noi non lo cerchiamo, di sicuro Lui sta cercando noi

MAN, CROWD, WALK

blurAZ | Shutterstock

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 10/12/19

L'amore di Dio non funziona come la statistica: neanche uno dei suoi piccoli deve andare perduto. Siamo amati di un amore che ci considera unici e irripetibili.

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Che ve ne pare? Se un uomo ha cento pecore e ne smarrisce una, non lascerà forse le novantanove sui monti, per andare in cerca di quella perduta?
Se gli riesce di trovarla, in verità vi dico, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite.
Così il Padre vostro celeste non vuole che si perda neanche uno solo di questi piccoli». (Mt 18,12-14)

“Che ve ne pare? Se un uomo ha cento pecore e ne smarrisce una, non lascerà forse le novantanove sui monti, per andare in cerca di quella perduta?”. Se una pecora è solo una pecora, non credo che valga la pena mettersi a cercarla. Ma se un pastore ama le sue pecore allora ogni sua pecora è unica. L’amore rende ogni cosa unica. Questo fa sì che tutto quello che riguarda me non può essere messo in paragone con gli altri. Noi non siamo amati di un amore che fa statistica. Noi siamo amati di un amore che ci considera unici, irripetibili. Siamo amati di un amore che non si arrende davanti al nostro perderci, che ci viene a cercare, che non smette di farlo finché non ci ha ritrovati.

Gesù nel vangelo di oggi ci dice che Dio non è “un motore immobile” come lo definiva Aristotele. Il nostro è un Dio che rinuncia alla sua “immobilità” perché Egli è il moto stesso dell’amore. Se noi lo stiamo cercando, Lui ci sta cercando di più. E questo per un motivo che nessuno può davvero comprendere se non ha sperimentato l’amore: “Se gli riesce di trovarla, in verità vi dico, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite”. È la gioia il motivo vero dell’amore. Chi ama ha trovato gioia. Dio ci ama e prova infinita gioia nell’amarci, nel cercarci, nel trovarci. Il Suo non è un amore impassibile. Il suo è un amore che si compromette fino all’estreme conseguenze, fino a morire per noi. Si è cristiani quando si fa continuamente memoria di questo amore. Quando ci si lascia evangelizzare da questo amore. Quando ci si ricorda che possiamo esserci andati a mettere nella situazione più sbagliata e contraddittoria al mondo, ma che Lui non si arrenderà mai nel venirci a cercare e a prenderci. E tutto questo perché ci ama, ed è felice di amarci, ed è felice di dover attraversare mille difficoltà pur di riprenderci. “Così il Padre vostro celeste non vuole che si perda neanche uno solo di questi piccoli”. Questo è il motivo per cui manda Suo Figlio a cercarci.

#dalvangelodioggi

Tags:
vangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni