Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

#XmasFacts: quanti maglioni si possono ricavare da una tosatura?

Condividi

Settimana puntata di una produzione di Cube Radio dello IUSVE, che uscirà tutti i giorni fino a Natale

In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità. Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!». Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. E li inviò ordinando loro: «Rivolgetevi alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».
(Mt 9,35-10,1.6-8)

🔊Ascolta qui l’audio della puntata 🔊

Curiosità: quanti maglioni si possono ricavare da una tosatura?

Una stima approssimativa rivela che dalla tosatura di una pecora di Tasmania si possono ottenere circa otto maglioni di lana di taglia media oppure 60 paia di calzini. Da una pecora Shaun, però, prendendo come campione la stessa stima approssimativa si potrebbero ricavare 35 maglioni e 280 paia di calzini.

Rivolgetevi alle pecore perdute

Un giovane detenuto a causa di un delitto grave, un giorno, mi ha confidato che l’azione che più gli ha restituito la voglia di ricominciare una vita diversa è stata la presenza di pochi ma sinceri volontari che lo hanno contattato tutte le settimane, senza stancarsi di fronte ai suoi costanti rifiuti. Proprio il fatto che cercassero proprio lui, colpevole e, alla fine, reo confesso, consapevole di non avere un carattere facile né una buona capacità relazionale, lo ha convinto ad abbassare le difese. Per quanto possiamo sentirci inadeguati e sbagliati nella vita o per quanto possano pesare i nostri sbagli penso faccia piacere che ci sia qualcuno che ci cerca senza stancarsi anche davanti ai nostri rifiuti. O sbaglio?

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni