Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

13 modi per difendere i vostri figli dagli abusi sessuali

POMÓC DZIECKU NIE BYĆ SAMOTNYM
Condividi

Non possiamo evitare ogni pericolo, ma possiamo aiutare i nostri bambini ad essere consapevoli e preparati

Ogni bambino ha il diritto di essere protetto da qualsiasi forma di abuso e violenza sessuale. Se il dovere di assicurare la protezione dei bambini è condiviso da tutta la società e da tutte le istituzioni che hanno a che fare con loro, i genitori hanno la responsabilità principale della loro sicurezza. Ecco delle cose che i genitori possono fare per aiutare i loro figli a evitare o a sfuggire a situazioni pericolose.

1) Parlate loro della bellezza del loro corpo

Questo dovrebbe essere comunicato senza tabù, con modestia e delicatezza. È importante spiegare al proprio figlio: “Non hai un corpo, sei un corpo”. In altre parole, i bambini devono comprendere l’unità tra corpo e anima, che hanno una dignità intrinseca e che dovrebbero essere rispettati in ogni aspetto della loro persona.

2) “È il tuo corpo, nessuno ha il diritto di toccarlo”

Questa raccomandazione dovrebbe essere ripetuta spesso quando un bambino è piccolo, sapendo che si applica anche a baci e abbracci. Se la gentilezza e l’educazione possono richiedere che un bambino dica “Buongiorno” o “Grazie”, non dovrebbe essere mai costretto a baciare o abbracciare nessuno, neanche un parente.

3) Insegnate loro a riconoscere e a dare un nome alle loro emozioni

Più i bambini sono “collegati” a quello che sentono, più sapranno come ascoltare ciò che accade dentro di loro, e più probabilmente riusciranno a individuare una persona pericolosa nel loro ambiente attraverso il “feeling” negativo che sperimentano. Per evitarlo, vostro figlio dovrebbe sapere quando dire “No” e chiedere aiuto.

4) Insegnate loro un motto anti-abuso a casa

“Dì di no. Scappa. Parlane con qualcuno”. Questo motto è semplice ed efficace, e i bambini dovrebbero perfino impararlo a memoria. Nel caso di una situazione borderline, permette loro di metterlo in pratica senza doverci neanche pensare.

5) Insegnate loro un piano di sicurezza chiaro

A chi dovrebbero rivolgersi i vostri figli in caso di problemi? Parlatene con loro per trovare delle soluzioni. Nel caso dei bambini più grandi, preparate un “piano di sicurezza”. Dovrebbero avere dei contatti a cui rivolgersi in modo facile e rapido.

6) Sottolineate l’importanza del linguaggio corporeo

Promuovete la fiducia in se stesso di vostro figlio facendogli imparare e praticare il linguaggio del corpo. Questo gli permetterà di avere un atteggiamento sicuro che potrà evitare ad alcuni abusatori di sceglierlo come bersaglio. Deve anche essere consapevole del linguaggio corporeo degli altri, e conoscere i segnali di fronte ai quali dovrebbe allontanarsi da qualcuno.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni